Itinerario Giovani, 16 spazi riqualificati per lo slow tourism nel Lazio

16 spazi riqualificati e gestiti da giovani under35 per il rilancio del turismo nel Lazio. Ma soprattutto per favorire le nuove generazioni.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Sedici spazi – opportunamente riqualificati dalla Regione Lazio, dai Comuni e dagli enti parchi – compongono lo scenario di Itinerario Giovani. Un modo per rilanciare il territorio, ma anche e soprattutto di dare spazio agli under35, che saranno i responsabili della gestione degli spazi.

Con 9 ostelli e 7 punti turistici, Itinerario Giovani propone così nuovi percorsi per il turismo. Ma anche per la cultura under35, lungo sentieri che si snodano lungo tutto il territorio laziale, toccando ogni provincia.

LEGGI ANCHE: L’Ostello di Colle Mordani tra turismo lento e riqualificazione

L’offerta è la scoperta di una regione Lazio inedita, viaggiando tra canyon e calanchi, monti, colline, mari, fiumi e laghi. Tutto a portata di mano e in linea con quel nuovo respiro di prossimità e scoperta emersa negli ultimi mesi.

In pieno spirito Slow Tourism, fatto di ricerca di un tipo di viaggio diverso, che permetta di vivere a contatto con la natura godendosi appieno il territorio, gli ostelli, non sono solo nuovi luoghi adibiti all’accoglienza, ma anche spazio di intrattenimento e cultura. Attraverso l’ideazione di eventi e attività, percorsi turistico-naturali che valorizzino le risorse paesaggistiche, storico-archeologiche e i prodotti locali del territorio regionale i giovani under35 della Regione Lazio saranno incentivati a valorizzare e vivere i luoghi in cui sono nati.