“Year in Swipe”: il 2021 visto da Tinder

La celebre app di incontri pubblica il report che riassume l'anno che volge al termine
- - Ultimo aggiornamento
loading

Che anno è stato quel che si avvia alla conclusione? Ce lo dice Tinder. La app di dating infatti pubblica “Year in swipe”, il report che attraverso i dati riepiloga che cosa è avvenuto nel 2021. I membri della Gen Z alla ricerca di nuove connessioni sono stati inevitabilmente influenzati dalla pandemia e hanno cercato di muoversi come meglio potevano.

LEGGI ANCHE: Cuffing season: su Tinder scatta la voglia di coperta e serie tv per due

Videochiamami

Hanno ad esempio pianificato incontri sia virtuali che nella vita reale, dopo il vaccino. Le video chat sono ormai l’opzione preferita per il primo appuntamento, testimoniato dall’aumento della parola “videochiamata” per il 52% nelle bio di Tinder a livello globale. Allo stesso tempo, però, la Generazione Z vuole anche conoscere nuove persone con cui potersi frequentare dal vivo: le parole “vicino” e “vicino a” hanno visto un aumento del 20% nelle bio di Tinder a livello globale, dimostrando che gli incontri di persona non stanno affatto passando di moda, nel mondo del dating.

Tinder: ecco com’è il primo appuntamento ideale

I drink al primo appuntamento sono ufficialmente superati. La GenZ non vede il primo appuntamento come qualcosa di formale e delicato, piuttosto lo considera un’occasione per fare qualcosa di nuovo e coinvolgente. Le persone su Tinder propongono al primo appuntamento attività più interessanti e uniche, che li aiutino a conoscere meglio il proprio Match. Un esempio? In Italia, “festa” è la seconda parola chiave più presente nelle bio di Tinder. Quando è stato chiesto alla GenZ che cosa cercasse su Tinder, il 35% degli Italiani ha detto di cercare “qualcosa di avventuroso” e un altro 34% si dice aperto ad ogni possibilità: i giovani cercano esperienze divertenti e coinvolgenti, per conoscere persone autentiche con cui condividere emozioni. Non va più di moda accelerare i tempi con un appuntamento mordi e fuggi: infatti solamente l’1% delle persone dice di essere su Tinder per “qualcosa di piccante”.

Hai fatto il vaccino?

In un anno in cui essere vaccinati era in cima alla checklist del primo appuntamento, condividere in bio di aver fatto il vaccino ha fatto sentire la Gen Z più tranquilla ad incontrare persone. La parola “Green Pass”, ad esempio, si è posizionata al quarto posto tra le parole chiave più presenti nelle bio degli italiani, mentre “Covid” e “Lockdown” sono rispettivamente il primo e il secondo tra gli eventi chiave dell’anno più citati in bio nel nostro Paese.

I dettagli fanno la differenza

Quest’anno, su Tinder le persone hanno dimostrato di saper dare valore alle piccole gioie della vita: il riferimento a “piccole cose” a livello globale è aumentato del 30% rispetto al 2020. In Italia hanno scelto piccoli gesti come “fare una gita nel fine settimana” o “ricevere un abbraccio caldo” per rendere la loro giornata indimenticabile.

Che musica su Tinder!

Anche quest’anno la musica si è confermata l’interesse più condiviso tra i membri di Tinder a livello globale. Ascoltando i brani inseriti nel profilo possiamo capire molto su quale sia stato il mood della GenZ in questo 2021: dati alla mano, good4u di Olivia Rodrigo e Stay di Kid Laroi & Justin Bieber si sono posizionati in cima alla classifica nelle bio di Tinder nel 2021 a livello globale.

Foto: Shutterstock