LOVECLUB, Filippo Lancellotti: «La musica non va solo ascoltata, ma vissuta»

A Roma torna il clubbing grazie a LOVECLUB, l'evento powered by LOVEGANG di cui ci parla Filippo Lancellotti.
- - Ultimo aggiornamento
loading

È un ritorno al clubbing, ma con uno spirito assolutamente innovativo: LOVECLUB Be Yourself – Together – In Music il 29 aprile 2022 invaderà HACIENDA (in Via Galla Placidia, 27 b), a Roma. Powered by il collettivo LOVEGANG, la serata proporrà i live delle DJ Alvva dalla Spagna ed Eyrah dalla Francia, insieme al romano Dj Prest.

«Sicuramente è un momento di rinascita legato al Covid e alla pandemia. – ci racconta Filippo Lancellotti, organizzatore dell’evento – Ma il fulcro dell’idea, da cui è partito tutto, è legato a una mancanza di serate clubbing a Roma. Roma è molto viva musicalmente, ma ha delle mancanze e carenze che con Loveclub cerchiamo di colmare».

Se a Milano – ci dice Filippo – «c’è già una scena più viva che sta nascendo», Roma sembra essere più vittima di «un rallentamento nazionale», che proprio culturalmente non privilegia il settore del clubbing.

«A Roma, rispetto a Milano, la carenza è più concreta. – dice infatti Lancellotti – Per me ora la gente ne ha voglia e bisogno. Stiamo vivendo un cambiamento molto forte a Roma, come città e come creativi. Ci stiamo arrivando adesso».

LOVECLUB, non un live ma un’esperienza

I biglietti verrano venduti in quattro modalità differenti, lasciando ai clienti l’esperienza di portarsi a casa un pezzo del party, acquistando il merchandising della serata in edizione limitata firmato Lovegang.

«Volevamo costruire una serata elettronica con una connotazione esperienziale, che andasse oltre l’ascolto della musica. Dal momento in cui prendi il biglietto, puoi indossarlo e viverlo. Poi nel corso della serata ci saranno varie attività, fino all’uscita, in cui si ricevono gadget. Volevamo costruire una serata che viaggiasse su un’esperienza, basata non solo sull’ascolto della musica. Così il ricordo è più vivo. Per noi è anche un test. Fino a ieri ci occupavamo dell’abbigliamento. Organizzare serate è una cosa nuova, ma la visione è quella di organizzarne varie. Dalle prossime amplieremo l’esperienza».

LEGGI ANCHE: Lovegang 126, ‘Signor Prefetto’ è il primo singolo del collettivo romano

La line-up

Alvva è una DJ e producer spagnola con base a Barcellona, che collega in modo creativo diversi elementi della musica e della cultura contemporanea del club. Nata a Stoccolma, con base a Parigi, Eyrah è invece diventata rapidamente una DJ da tenere d’occhio nel mondo della progressive club music. Prest – infine – è un DJ e producer attivo nella scena musicale romana dal 2016.

«Come organizzatore e ideatore, ho coinvolto persone a livello musicale che avessero una cultura più allargata della mia. – ci dice Filippo – Mi premeva costruire questa serata, ma con il team giusto. Con Drone e Prest, gli art director musicali dell’evento, abbiamo fatto una selezione su una ricerca fatta da loro abbastanza ampia. Prendendo cose nuove per dare a Roma una visione fresca a livello europeo. Vogliamo contribuire a spingere la scena».

Biglietti 12 euro acquistabili su www.loveclubroma.com