Notre Dame: la ricostruzione grazie (anche) ad Assasin’s Creed Unity

Assassin’s Creed Unity potrebbe essere fondamentale per la ricostruzione di Notre Dame. Per questo, Ubisoft ha messo a disposizione il gioco con un modello dettagliato della cattedrale.

Potrebbe arrivare direttamente dal mondo dei videogames un aiuto alla ricostruzione della cattedrale parigina di Notre Dame. Non parliamo solo di donazioni economiche, ma di un modello dell’edificio che potrebbe fornire dati preziosi ai restauratori che nei prossimi mesi interverranno. Il gioco in questione è Assasin’s Creed Unity, videogame che contiene un modello della centenaria Notre Dame con immagini dettagliate di guglia, rosone e interni.

A firmare la ricostruzione virtuale della cattedrale fu l’art director Caroline Miousse, che dedicò a questo progetto ben due anni affiancata da un team di esperti (storici e architetti). Da qui, un lavoro curatissimo che oggi acquista un valore che va ben oltre l’aspetto ludico.

Anche perché la software house Ubisoft ha messo gratuitamente a disposizione il video in cui si possono vedere gli elementi dell’edificio fortemente danneggiati dall’incendio alle impalcature. A questo si aggiunge anche mezzo milione di euro donati per le operazioni di restauro di Notre Dame.

LEGGI ANCHE: Notre Dame brucia, se ne va una parte di noi

E proprio queste decisioni da parte dell’azienda stanno, tra l’altro, facendo guadagnare valutazioni positive al videogame su Steam. Una valanga di commenti e recensioni che lusingano la casa madre, “costretta” a potenziare i server per rispondere alle richieste di accesso al videogame.

Ambientato nel 1879, durante la Rivoluzione Francese, Assasin’s Creed Unity fu lanciato nel 2014 e fin dal debutto venne apprezzato per la cura degli ambienti virtuali. Dalle strutture portanti ai dipinti, dalle vetrate ai pinnacoli:interni ed esterni di Notre Dame sono riportati fedelmente e, per questo, possono davvero essere una risorsa nei mesi a venire.

Paola Maria Farina

Musica, libri, varie ed eventuali. In tasca una laurea in Lettere/Filologia Moderna.