Dreadful Bond: per Dario Argento è debutto nei videogiochi

Maestro del cinema horror, Dario Argento firma la supervisione artistica di un videogioco che sarà realizzato tramite crowdfunding.
-

Fresco della premiazione con il David di Donatello alla carriera, Dario Argento rilancia buttandosi nei videogiochi. Il regista horror italiano più famoso al mondo ha, infatti, annunciato la collaborazione con il gruppo milanese di Clod Studio per realizzare il progetto indipendente Dreadful Bond. Atmosfere dark e trama ispirata alle pellicole che hanno reso famoso Argento, il videogioco promette di essere innovativo.

LEGGI ANCHE: Guinness World Record: è di un americano la più grande collezione di videogiochi

A partire dalla sua stessa produzione. Il regista avrà, infatti, la supervisione artistica dell’intero lavoro che dovrebbe assumere le caratteristiche di un thriller psicologico.

Dreadful Bond è un progetto che si avvicina molto alle mie tematiche, ai miei film, ai miei sogni – ha raccontato il maestro annunciando la nuova impresa – ha qualcosa di profondo e che mi ha colpito subito.”

Da qui, la voglia di avviare la collaborazione al videogioco, che è in fase di completamento nella versione per pc e che prevedere anche un’uscita per Playstation 4. A questo punto, per ultimare il progetto, Clod Studio chiama a raccolta gli appassionati di giochi e i fan di Dario Argento attraverso una raccolta fondi. Il crowdfunding tramite Kickstarter (fino al 25 aprile 2019) permetterà, infatti, di sviluppare e portare a termine i lavori con una previsione di rilascio a dicembre 2020.

Nell’attesa, è stato pubblicato il primo trailer che ci porta direttamente nel mondo di Dreadful Bond e della famiglia Wharton. Il cortometraggio, firmato dalla regia del maestro del brivido, introduce nel “maniero abbandonato i cui segreti dovranno essere sviscerati dal giocatore” in un’avventura coinvolgente anche a livello sonoro. A ogni azione, infatti, corrisponderà una risposta audio che guiderà il giocatore attraverso tutti i misteri della dimora, il tutto vissuto in soggettiva nei panni di un oscuro protagonista.

Per poter conoscere i Wharton servono ancora 60mila euro. E per convincere i più reticenti, la software house milanese mette a disposizione dei sostenitori un box esclusivoo in edizione limitata, autografato da Dario Argento e il fumetto che racconta le origini della storia. Appassionati di gaming e horror, ora tocca a voi.