Giancarlo Magalli: «Rula Jebreal a Sanremo? Il problema sono le squinzie»

Ospite di Un Giorno da Pecora, Giancarlo Magalli commenta la presenza di Rula Jebreal a Sanremo e la ventilata ospitata di Michelle Obama.
-
loading

«Rula Jebreal a Sanremo? Non credo che canti così bene da invitarla..». Con queste parole, Giancarlo Magalli commenta – ospite di Un Giorno da Pecora, la trasmissione di Rai Radio1 condotta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro – la polemica scatenata in questi giorni dalla presenza di Rula Jebreal sul palco dell’Ariston.

LEGGI ANCHE: Franco Ciani, parla Roberta Faccani: «Pochi giorni fa era allegro e ironico»

Giancarlo Magalli però argomenta poi la sua risposta su Rula Jebreal. «Ho visto che c’è già uno stuolo di giovani candidate, ma non sono d’accordo con la donna che va lì a fare la bella statuina. Magari fosse venuta Michelle Obama, una donna bella, brava e intelligente. Forse un giorno sarà anche presidente. Il problema è chi le metti vicino. Se parla Michelle Obama e poi subito dopo arriva una di ste squinzie… Con la Jebreal, sì, sarebbe stata una bella accoppiata».

LEGGI ANCHE: Sanremo 2020, 24 Campioni in gara: i titoli delle canzoni al Festival

Lauro, però, incuriosito chiede a Magalli chi siano le ‘squinzie’ di cui parla. «A volte diciamo che ci sono donne che curano più l’esterno che l’interno. Se le metti vicino a Michelle Obama ne amplifichi la differenza».

LEGGI ANCHE: La rivelazione di Al Bano: «A Sanremo con Romina»