Dai Måneskin ad Alessandra Amoroso: Luca Toscano illumina la musica italiana

È il 25enne Luca Toscano ad ‘accendere’ la musica italiana su alcuni dei palchi più importanti, Eurovision Song Contest e San Siro compresi. La chiave per il futuro? La tecnologia.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Le luci dell’Ahoy Rotterdam Arena con i suoi 30mila braccialetti led insieme all’azienda olandese CROWDLED. Il palco del Tomorrowland. Gli show di Maluma e le performance di X Factor. C’è una persona dietro questi allestimenti ed è un italiano: parliamo di Luca Toscano che ha diretto anche il contenuto laser con cui Alessandra Amoroso ha annunciato il debutto a San Siro.

Non c’è artista oggi che reputi secondaria l’immagine – e quindi la luce – rispetto alla sua musica durante i concerti. E anche per il pubblico vedere, oltre che ascoltare, fa parte di un’unica inscindibile esperienza live. E lo sa bene Toscano che proprio dall’esperienza all’Eurovision Song Contest ha maturato ancora più forte la sua fede nella tecnologia.

“In vista dell’Eurovision del prossimo anno – afferma – sono convinto che questa nuova tipologia di braccialetti LED, possa contribuire al completamento del complesso e meraviglioso scenario che sarà preparato da centinaia di addetti ai lavori”. Toscano guarda già al 2022, quando l’ESC sarà ospitato dall’Italia grazie alla vittoria dei Måneskin.

“Sono contento che l’Italia, dopo più di trent’anni, ospiterà un evento di questa portata”, commenta il fondatore e CEO di ARTECH. “Dopo aver lavorato in giro per il mondo, potrò finalmente giocare in casa”.

LEGGI ANCHE: Assomusica prende posizione sull’evento live di Salmo a Olbia

NATHANREINDS
Foto da Ufficio Stampa Action Agency

E sempre proiettato verso il futuro, Luca Toscano ha messo a punto una nuova generazione di braccialetti LED. Questi dispositivi sono dotati di un ricevitore radio unidirezionale e sono riutilizzabili quasi all’infinito. Inoltre, possono essere controllati e programmati da remoto, permettendo così di dare vita a complesse coreografie di luce che si muovono a ritmo con la musica.

Le esperienze maturate all’estero, dunque, diventano ricchezza per il nostro Paese. “Durante la pandemia e lo stop forzato durato quasi due anni, abbiamo investito e diversificato l’attività in ricerca e sviluppo e con un team di ingegneri Italiani ed internazionali abbiamo lavorato alla creazione di altre soluzioni inedite ed innovative che non vediamo l’ora di poter annunciare” conclude Luca Toscano.

Amoroso San Siro
Foto da Ufficio Stampa Action Agency

Foto da Ufficio Stampa Action Agency