Seoul sarà la prima città al mondo a entrare nel metaverso

La capitale del Sud Corea prevede di ultimare i lavori nel 2026
-
loading

È ufficiale: Seoul sarà la prima città al mondo a entrare nel metaverso. Lo scorso 3 novembre, la capitale del Sud Corea ha reso pubblico il piano di esportare servizi pubblici ed eventi anche nel metaverso: il mondo virtuale del futuro, dove le persone (i loro avatar) potranno interagire anche a distanza.

Sono tante le società che stanno iniziando a investire nel metaverso, anche se le sue linee non sono state ancora del tutto definite. Tra queste ci sono Microsoft, Nike e, ovviamente, Facebook. Seoul, invece, è la prima città a mostrarsi entusiasta alla rivoluzione virtuale.

Non di certo una sorpresa per la Città, che, già da tempo utilizza la tecnologia per la sua organizzazione.

LEGGI ANCHE >> Just Dance 2022: 40 nuove canzoni da ballare (tra cui Boombayah delle BlackPink)

I lavori sono ancora lunghi: si ritiene che l’ingresso di tutti i servizi sudcoreani nel metaverso non avverrà prima del 2026. Il prossimo dicembre, però, ci sarà una cerimonia virtuale per festeggiare la notizia e nel 2023 la città aprirà il Metaverse 120 Center, un luogo dove i cittadini potranno “andare” per lamentele o denunciare disservizi, al posto di recarsi fisicamente negli uffici pubblici.

LEGGI ANCHE >> ‘Riders Republic’ e gli sport estremi su console, Michela Moioli: «Reale come una vera discesa»

Come Seoul sarà presente nel metaverso

Nel metaverso di Seoul, sarà presente il municipio ed edifici vari, per offrire servizi a chi è impossibilitato, per disabilità o motivi logistici, a recarsi di persona presso gli sportelli di riferimento. La capitale del Sud Corea è una delle città più tecnologiche al mondo: presto utilizzerà l’intelligenza artificiale per controllare la distribuzione dell’acqua e, inoltre, si avvale di un’assistenza virtuale per raccogliere i suggerimenti dei cittadini riguardo questioni di vita quotidiana. Sono già iniziate, infine, le pratiche per diffondere per la Città dei sensori, al fine di collezionare informazioni aggiornate su traffico, sicurezza pubblica e inquinamento.

Se il progetto di Seoul sarà vincente, le città potrebbero cambiare per sempre.