Giorgia Vecchini: «Il mio mondo fatto di Anime, Giappone e Cosplay»

La vedremo dal 12 al 14 novembre alla Milan Games Week
- - Ultimo aggiornamento
loading

Ha presentato il Cosplay Live Show 2.0 e altri spettacoli ai Lucca Comics 2021 appena terminati e sarà presente in veste di conduttrice anche alla Milan Games Week dal 12 al 14 novembre. La carriera di Giorgia Vecchini nasce dalla sua infinita passione per il mondo degli anime e del Giappone, dove, nel 2005, si è portata a casa il prestigioso primo premio al World Cosplay Summit, grazie al costume dell’arpia Silen di Devilman. Quello del cosplay è un amore che Giorgia ha sin da giovanissima:

Quando, da adolescente, ho scoperto il teatro, mi sono resa conto che si potevano interpretare anche i costumi, così ho deciso di mettere insieme queste due mie passioni: la recitazione e gli anime.

LEGGI ANCHE >> Caterina Rocchi e la Lucca Manga School: «Volevo fare la mangaka (e ce l’ho fatta)»

Estrema conoscitrice del mondo pop made in Japan, Giorgia è anche collezionista: detiene, infatti il Guinness dei primati per la sua collezione dedicata a L’incantevole Creamy. Il pezzo a cui è più affezionata? Un gioco in scatola rarissimo, che, negli anni ’80, è stato regalato, per un tempo limitato, durante la trasmissione Bim Bum Bam, condotta da Paolo Bonolis, Manuela Blanchard e Uan.

Non hai idea di quante volte, da bambina, ho provato a inviare la letterina per aggiudicarmi quel gioco. Ho il sospetto che i miei non le abbiano imbucate tutte quante, del resto ne scrivevo una giorno!

Giorgia Vecchini

I PROSSIMI APPUNTAMENTI DI GIORGIA VECCHINI

Sono tanti i progetti a cui Giorgia si dedicherà nelle prossime settimane. Alla Milan Games Week condurrà le gare cosplay e il quiz del turbo nerd e terrà anche diversi panel: tra questi uno di doppiaggio con Pietro Ubaldi (Patrick Stella di Spongebob, Doraemon), e un altro sull’evento Manga Heroes. Alla Fabbrica del Vapore di Milano si ripercorrà la storia dei manga,da Tezuka fino ai Pokemon, con un’attenzione speciale all’oggetistica. Circa 200 pezzi provengono proprio dalla collezione esclusiva di Giorgia, che sarà orgogliosa di mostrare in un tour guidato l’11 dicembre.

LEGGI ANCHE >>Evita Stork: «Amate il vostro corpo e ciò che fate»