Bugo VS Morgan: è ancora lite fra i due artisti, gli ultimi messaggi sui social

Continua lo scambio di battute al vetriolo fra Bugo e Morgan che continuano la loro “guerra fredda” a mezzo social. Ecco gli ultimi messaggi.
-
loading

L’ascia di guerra è ancora alta fra Bugo e Morgan, che continuano a lanciarsi strali a distanza a mezzo social. E se il Festival di Sanremo sembra ormai un ricordo lontano, a mantenere viva la polemica ci pensano i due protagonisti tramite i loro profili. Entrambi i cantautori, infatti, sono molto attivi sul web e non manca occasione per un continuo botta e risposta.

Lo scontro a distanza fra i due artisti squalificati dalla kermesse continua in questi giorni, complice la performance di Castoldi nel centro di Milano. In un video che ha fatto il giro della rete, Morgan – neopapà per la terza volta – gira in monopattino e intona la versione di Sincero che fece infuriare Bugo quando abbandonò l’Ariston.

L’incipit è ormai più che noto, con quel Le brutte intenzioni, la maleducazione la tua brutta figura di ieri sera, la tua ingratitudine, la tua arroganza, fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa. Evidentemente, il fatto è giunto alle orecchie di Bugo che il 20 marzo ha twittato:

Un’altra cosa di cui non mi stupisco più è la mia BELLEZZA eheh questo lo dico per far innervosire i polli che parlano a me di UMILTÀ nani col monopattino figli di balconi decaduti.

E la risposta di Morgan è arrivata a stretto giro: dopo qualche ora, infatti, su Facebook Castoldi ha replicato, rincarando la dose. “Bugo, io sono un nano alto 1,80 come la maggior parte delle persone al mondo. Dalla tua altezza riuscirai mai ad imparare a suonare almeno uno strumento musicale o sono troppo piccoli per te?

Qui l’unico pollo è quello che non ha mica capito ancora perché la gente se lo ricorda.

Non è per la sua innegabile bellezza e neanche per la sua incantevole visione musicale, tantomeno per la sua incompresa grandezza poetica, per quello purtroppo non se lo filerebbe ancora nessuno. Ma… le brutte intenzioni la maleducazione… quelle sì che pagano…

E chissà se le parole che Bugo ha scritto nella serata del 21 marzo, successive quindi al post di Morgan, sono riferite al collega ma c’è da pensare che sia così. “E pensare che oggi 21 marzo inizio (sic) primavera e fuori il mondo è in emergenza – scrive Bugatti – oggi è anche il giorno contro le discriminazioni razziali, è sempre più richiesta la serietà e l’impegno.”

LEGGI ANCHE: Che Tempo Che Fa, Mahmood canta ‘Rapide’: il video

Infine, Bugo sembra volere porre fine alla querelle. Sempre sui social scrive: “E vi prometto non alzerò più i toni fermerò il leone per evitare che si inventano paranoie notizie congetture ma rimarrò nel mio stile quello con cui mi avete conosciuto quello con cui voglio crescere quello che mi fa stare bene quello con cui voglio essere ricordato.” Vedremo.