La Radio per l’Italia: tutte le frequenze connesse per dare speranza

Le emittenti radiofoniche annunciano ‘La Radio per l’Italia’: venerdì 20 marzo alle 11:00 reti unificate per l’Inno e tre brani della musica italiana.
-
loading

A poco meno di cento anni dalla nascita del primo programma radio, le frequenze italiane si uniscono per portare il loro messaggio di speranza di fronte all’emergenza Coronavirus. È la prima volta, infatti, che tutte le stazioni radio del nostro Paese mettono in atto un’iniziativa del genere.

Venerdì 20 marzo alle ore 11, tutte le emittenti radiofoniche d’Italia trasmetteranno a frequenze unificate l’Inno di Mameli e tre delle canzoni più famose nella storia della nostra musica. La trasmissione sarà in FM, Dab, televisione, streaming via app e sui siti delle varie stazioni per un momento unico di unità.

LEGGI ANCHE: Diodato dedica ‘La Cura’ di Battiato all’Italia

L’intento è quello di trasmettere coralmente un messaggio di “unione, partecipazione e connessione” con l’auspicio di riunire davvero tutta la popolazione. Era il 6 ottobre 1924 quando iniziavano le trasmissioni nel nostro paese e questo fu l’annuncio ufficiale:

Uri, Unione radiofonica Italiana, 1 RO, stazioni di Roma, lunghezza d’onda metri 425…

Oggi, radio nazionali e locali si incontrano sotto la stessa bandiera, quella tricolore che svetta anche nel logo realizzato dallo Studio Prodesign di Sergio Pappalettera. L’invito è quello di sintonizzarsi sulla propria stazione preferita, alzare il volume e aprire le finestre per far risuonare le note dell’inno nazionale come simbolo di un Paese che lotta insieme.

Foto da Ufficio Stampa Words For You / Credito logo Studio Prodesign di Sergio Pappalettera