Luca e Paolo parlano di Trump sulle note di Jump dei Van Halen (VIDEO)

Luca e Paolo dedicano la loro canzone satirica settimanale al Presidente Trump, argomento attuale, sfruttando le note di Jump dei Van Halen.
-
loading

Nella puntata di Quelli che il calcio del 12 gennaio, Luca e Paolo hanno dedicato la loro canzone satirica settimanale all’argomento di questi giorni: Trump e l’Iran.

LEGGI ANCHE: Al Bano su Sanremo: «Mi manca la competizione, avrei voluto essere in gara»

Con una enorme parrucca riccioluta e vaporosa – deridendo Trump – Luca e Paolo hanno intrattenuto il pubblico dello storico programma calcistico condotto da loro insieme con Mia Ceran tutte le domeniche su Rai2 alle 14.00.

LEGGI ANCHE: Max Giusti imita Al Bano recitando Heidi (VIDEO)

Nel centone realizzato sulle note di Jump dei Van Halen, il duo comico ha immaginato il pensiero del Presidente Americano sia nei confronti dell’Iran che delle rimostranze dell’Italia.

L’irriverenza di Enrico Lucci

Sempre in tema politico, nella puntata di Quelli che il Calcio sono tornati anche gli esilaranti servizi al fulmicotone di Enrico Lucci destinati ai politici.

Con la scusa di portare ai rappresentanti di tutti gli schieramenti politici i suoi migliori auguri di Buon Anno, il conduttore come sempre ha approfittato per le sue battute taglienti e il suo fare politically uncorrect, mettendo alla berlina più di un politico interrogandoli sulla crisi dei partiti e su quella internazionale che si sta consumando in Libia. Imbarazzate ed evasive le risposte di tutti i coinvolti da Andrea Orlandi del PD, a Mariastella Gelmini di Forza Italia, fino al Ministro della Giustizia Bonafede. Non si salva neanche Giancarlo Giorgetti della Lega al quale Lucci domanda: “Visto che l’emergenza immigrati non esiste che ci vogliamo inventare per quest’anno per spaventare la gente: l’uomo nero? La strega cattiva? Il cane che mozzica?”.

Foto: Kikapress – Video: Zebaki