Banco del Mutuo Soccorso, per i 50 anni un album ispirato al poema di Ludovico Ariosto

È uscito ‘Orlando: Le forme dell’amore’, nuovo album del Banco del Mutuo Soccorso che festeggia cinquant’anni di musica.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Si intitola ‘Orlando: Le forme dell’amore’ il nuovo concept album del Banco del Mutuo Soccorso (Inside Out Music/Sony Music Group), disponibile dal 23 settembre 2022. Anticipato dalle tracce Cadere o Volare e La Pianura rossa, il disco è frutto di lungo e laborioso progetto che vede la luce nel cinquantesimo della band. Era, infatti, il 1972 quando usciva il ‘Salvadanaio’ che conteneva, tra gli altri, il brano In volo nei cui versi veniva evocato il personaggio di Astolfo con il suo Ippogrifo.

Oggi, a cinque decenni di distanza, l’epica rinascimentale de  “L’Orlando Furioso” di Ludovico Ariosto torna protagonista. “Non ci sono mai piaciuti troppo gli anniversari celebrati con flute e champagne, ci piace celebrare i momenti davvero importanti con il lavoro concreto. Ecco perché ci è sembrata subito bellissima la possibilità di mettere sulla nostra torta del cinquantennale non una semplice candelina, ma una vera e propria candela speciale. Un nuovo album inedito del Banco ispirato e dedicato proprio all’Orlando furioso”.

Banco del Mutuo Soccorso cover album
Cover album

Così racconta Vittorio Nocenzi, che prosegue: “È un po’ come far ritorno in quello spazio da dove spiccammo il nostro volo tanti anni fa, con la voglia di far così ripartire questa storia fatta di musica, di idee, di diversità, di visioni e di sogni. Vorremmo farla rivivere ancora con lo stesso desiderio di stupore emozionato, di meraviglie da cantare, di storie da intravvedere in quell’”oltre”, in quel “nonostante”, che sono la nostra vera vita, fatta di utopie e di idee, di speranze, di sorprese e meraviglie che, nonostante tutto, la vita prosegue ad offrirci, se solo stiamo attenti a coglierle fra le luci e le ombre dei nostri giorni”

LEGGI ANCHE : – Soundscape, dal 7 al 9 ottobre Maker Music propone una nuova modalità di esperienza di musica dal vivo

La genesi del disco

Le composizioni rock progressive contenute in ‘Orlando: Le forme dell’amore’ nascono da un’idea di Michelangelo Nocenzi, terzo figlio di Vittorio, nel 2013. Un concept sul più prode dei Paladini dell’imperatore, che rinuncia a correre in aiuto ai suoi commilitoni attaccati dal nemico per salvare la donna che ama, e che poi lo respingerà. “L’Ariosto stesso, per scrivere il suo Orlando furioso, si era liberamente ispirato all’opera di un altro poeta”, spiega Nocenzi. “Mi riferisco all’ “Orlando innamorato” del Boiardo. Così abbiamo preso il coraggio di fare altrettanto, nel senso che se sentivamo il bisogno di aggiungere qualche circostanza narrativa, potevamo farlo, purché il tutto funzionasse poeticamente ed emotivamente”.

“Da qui il passo è stato veloce e spedito nel pensare, in tutta onestà di mente, che potevamo osare se era chiaro il percorso che sceglievamo di seguire. Allora abbiamo scelto gli episodi centrali dell’originario racconto, reputando centrali quegli episodi che servissero da anelli imprescindibili per una narrazione che voleva e doveva essere articolata in modo diverso dall’originale”, prosegue l’artista.

“Capimmo che la forza dell’Orlando stava nella sua insospettabile modernità – dichiara ancora Vittorio Nocenzi – E abbiamo ritenuto opportuno sottolineare i contenuti della sua contemporaneità”.

“Ci sembrava un’opportunità importante utilizzare la storia dell’Orlando furioso per rispondere alla violenza dei nostri tempi. La scelta dell’arte come confronto, della poesia e della musica come offerta di pacificazione, ci sembrava una strada da dover indicare come possibile, anzi necessaria, rileggendo un’opera poetica il cui autore – Ariosto – è stato sempre, durante tutto il suo racconto, una ‘terza parte’ equilibrata fra l’esercito cristiano e quello saraceno, mai coinvolto nella guerra fratricida fra medio oriente e occidente nel parteggiare per una parte a discapito dell’altra” concludendo“Indicare poesia e musica come percorso di pacificazione anche ai nostri contemporanei ci è sembrata un’opportunità da non perdere, perché era un approccio coerente con il pensiero del Banco del Mutuo Soccorso, da sempre pacifista ed antimilitarista”.

La tracklist

  1. Proemio (00:02:13)
  2. La Pianura Rossa (00:06:38)
  3. Serve Orlando Adesso (00:04:52)
  4. Non Mi Spaventa Più L’amore (00:05:01)
  5. Non Serve Tremare (00:04:06)
  6. Le Anime Deserte Del Mondo (00:05:01)
  7. L’isola Felice (00:03:57)
  8. La Maldicenza (00:06:17)
  9. Cadere O Volare (00:05:09)
  10. Il Paladino (00:02:52)
  11. L’Amore Accade (00:03:42)
  12. Non Credere Alla Luna (00:06:56)
  13. Moon Suite (00:11:49)
  14. Come È Successo Che Sei Qui (00:03:38)
  15. Cosa Vuol Dire Per Sempre (00:06:48)

Foto da Ufficio Stampa D. Mignardi