Musica e arte: torna ‘Music For Uncertain Times’, i protagonisti

Da Gaia a Samuel, da Colapesce e Dimartino ad Ana Mena: ecco i protagonisti di ‘Music For Uncertain Times’, dialogo tra musica e bellezza.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Reduce dall’ottimo riscontro della precedente edizione, torna Music For Uncertain Times, iniziativa che mette in dialogo arte figurativa e arte delle sette note. Dal 21 giugno, su italiana sono disponibili tre nuovi episodi di dieci minuti ciascuno, in cui il duetto musicale si fa confronto con l’ambiente culturale e artistico che lo ospita. La creatività pop contemporanea incontra, così, luoghi di bellezza storica di un’Italia da scoprire mentre i tempi incerti ci interrogano sul significato e sul ruolo dell’arte.

Tre le città coinvolte per altrettante location in cui una coppia di artisti del panorama musicale italiano e internazionale regalano performance emozionali. Colapesce e Dimartino incontrano Ana Mena negli spazi liberty del Teatro Kursaal di Bari; Samuel e Jeremiah Fraites dei The Lumineers si esibiscono nello scenario del Dancing Le Roi di Torino; mentre Gaia insieme a Lous and the Yakuza sono protagoniste al Teatro di Villa Aldrovandi Mazzacorati di Bologna.

I tre nuovi episodi di Music For Uncertain Times

L’itinerario, da Nord a Sud, parte dalla città di Torino, dove Samuel e Jeremiah Fraites eseguono una versione di E Invece, dall’album del torinese, accompagnati da Bandakadabra, marching band di otto elementi. A ospitarli è il Dancing Le Roi, club Anni Sessanta in cui mosaici, scalette e giochi in ferro battuto furono curati da Carlo Mollino.

LEGGI ANCHE : – ‘Recovery Sound’, Walter Pandolfi: «Che questa festa sia un esempio per tutti»

Scendendo si passa per Bologna, dove Gaia e Lous and the Yakuza cantano Mi sono Innamorato di Te in versione acustica con archi e chitarra. Lo scenario è quello del più pregevole esempio di Teatro privato in villa settecentesca esistente in Europa. Si tratta del Teatro di Villa Aldrovandi Mazzacorati, apprezzatissimo anche per la sua acustica che fa risaltare il  brano intimo di Luigi Tenco.

Infine, tappa a Bari, dove il Teatro Kursaal Santalucia accoglie Colapesce e Dimartino che con Ana Mena cantano Musica Leggerissima. La hit sanremese dei due cantautori italiani è stata portata al successo nella versione spagnola proprio dalla cantante iberica. L’ambiente liberty dell’ingegnere Orazio Santalucia fa da sfondo ai tre artisti che eseguono il brano per la prima volta insieme dal vivo e in versione acustica.

I tre duetti di Music For Uncertain Times sono stati realizzati esclusivamente per la serie, costruendo un racconto a tappe prodotto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per la promozione della scena culturale italiana contemporanea. L’idea è di Andrea Lai, con la regia di Francesco Coppola e realizzata in collaborazione con la Regione Puglia, la Regione Piemonte, la Regione Emilia Romagna e il sostegno del Comune di Bologna.

Foto HF4