Eurovision, i norvegesi Subwoolfer dedicano un brano a Torino

Prima un flashmob e ora 'Turin', una canzone dedicata a Torino: i norvegesi Subwoolfer sanno come viversi l'Eurovision.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Tra i più entusiasti per questo Eurovision 2022 spiccano sicuramente i norvegesi Subwoolfer, che hanno persino dedicato una canzone a Torino. Sulle note di Jolene di Dolly Parton, la band ha infatti girato un video tra le strade del capoluogo piemontese, intonando un brano intitolato Turin.

LEGGI ANCHE: Kalush Orchestra: «Faremo tutto ciò che è utile per l’Ucraina»

Non solo. I Subwoolfer hanno anche organizzato un flashmob in Piazza Vittorio, coinvolgendo proprio i cittadini. Per lo scopo, la band ha anche rilasciato un tutorial per imparare la Yum Yum Dance. L’evento ha invaso Torino sabato 7 maggio, nonostante la pioggia. Insomma, i Subwoolfer sanno sicuramente come coinvolgere i cittadini e fare festa.

Ma chi sono i Subwoolfer? Si definiscono «la band più grande della Galassia». Del resto, la loro biografia recita che la loro nascita risale a «4,5 miliardi di anni fa sul loro pianeta, la Luna».

«Da allora, i fratelli Keith e Jim hanno conquistato la scena musicale su ogni pianeta, rendendoli il gruppo pop di maggior successo di sempre. – si legge sulla loro presentazione ufficiale – Il 20 Luglio 1969, un profeta di nome Neil è apparso davanti a loro ed è stato subito soprannominato l’uomo dalle braccia più forti. Promise di ritornare e di aiutarli a diventare una grande band anche sul suo pianeta, ma solo quando loro avrebbero scritto la più grande canzone dell’universo, cantata nella loro madrelingua, l’inglese».

Come sarà andata a finire? «Neil non è più tornato. – raccontano i Subwoolfer – Ad ogni modo, incontrarono un astronauta DJ. E ora, con la più grande canzone di sempre, Give That Wolf a Banana, sono venuti sulla Terra per reclamare il loro trono musicale, esibendosi al più importante e prestigioso evento musicale della storia del mondo, l’Eurovision».