Michele Bravi a ‘Domenica In’: «Ho una visione alta dell’amore grazie ai miei nonni»

A 'Domenica In', Michele Bravi ricorda i nonni e spiega il motivo della dedica sul palco dell'Ariston a Sanremo 2022.
-
loading

Ha commosso sul palco dell’Ariston, durante Sanremo 2022, la dedica di Michele Bravi ai nonni. Un tenero ricordo che ora l’artista ha spiegato e raccontato più nel dettaglio nel salotto di Domenica In, ospite di Mara Venier nella puntata del 13 febbraio.

LEGGI ANCHE: Michele Bravi: «Voglio godermi il momento. FantaSanremo? Sono concorrente e giocatore»

«Tutte le volte che scendevo da un palco, chiamavo i miei nonni. – racconta Michele – Sanremo in particolare, perché Sanremo era l’unica cosa che i miei nonni capivano del mio lavoro. Sarà perché da piccolo lo guardavo con loro. Tutte le volte che scendevo dal palco, li chiamavo per avere un feedback. Chiedevo loro se ero stato bravo».

LEGGI ANCHE: Michele Bravi e Sophie and the Giants: «Impariamo a ballare al buio come le falene»

Michele Bravi aggiunge poi che quest’anno – per la prima volta nella sua vita – non ha potuto telefonare ai nonni dopo la loro scomparsa.

«Quest’anno – continua poi Bravi – per la prima volta alla telefonata non avrebbe risposto nessuno. Io ci tenevo in qualche modo a onorare il loro legame. Son cresciuto con i miei nonni, portavo al festival una canzone d’amore. Per me parlare d’amore è come scambiarsi istruzioni. E per me era importante raccontare che ho una visione alta dell’amore perché ho conosciuto loro».

Video e foto: www.raiplay.it