Rosé delle Blackpink debutta da solista e spiega perché i brani sono in inglese

Rosé delle BlackPink debutta con 'R', che contiene i due brani 'Gone' e 'On The Ground'. Tutto ciò che c'è da sapere sull'album.
- - Ultimo aggiornamento
Rosé delle Blackpink debutta da solista e spiega perché i brani sono in inglese

Dopo teaser e piccoli spoiler – come vi avevamo anticipatoRosé ha finalmente debuttato da solista con il solo album – R –. Si tratta di un debut single album, rilasciato sotto YG e Interscope, che comprende le tracce Gone e On the Ground.

«A volte le canzoni sembrano predestinate, te ne accorgi mentre le registri. – dice Rosé in conferenza, come riporta Allkpop – Mi è successo così con Gone, che ho registrato due anni fa. Non riesco a dimenticare quel momento. Dopo che ho finito di registrare, non riuscivo a smettere di dire a Teddy quanto mi piacesse e la ascoltavo in continuazione. Entrambe le canzoni sono state scelte spontaneamente. Ripeto, è stato il destino».

Rosé delle BlackPink e On The Ground, una canzone che «parla della mia vita»

Rosé ha presentato per la prima volta al pubblico Gone durante il concerto in streaming delle BLACKPINK The Show (tenutosi il 31 gennaio). Di fatto, il singolo di debutto ufficiale è On the Ground, prodotto da Jorgen Odegard, ojivolta, Jon Bellion e da Teddy e 24 (team d’oro della YG) e completamente in inglese.

«Questo brano mi ha conquistata perché parla della mia vita. – ha dichiarato Rosé durante la conferenza stampa globale, come riporta Inquirer – Ho sempre lavorato per arrivare più in alto e poi ho capito che tutto ciò di cui avevo bisogno è a terra».

«Ho corso verso il mio sogno dai miei giorni da trainee ma a volte ho messo in dubbio la mia motivazione. – conclude Rosé – Il testo mi rispecchia molto».

Perché l’inglese?

Ma perché entrambe le canzoni in inglese? «Sono sicura – risponde Rosé – che ogni canzone ha una sua lingua. Mi sono chiesta a lungo in quale lingua cantare le canzoni e alla fine ho scelto l’inglese. A dire la verità, ero preoccupata che i fan potessero essere delusi dal testo in inglese, ma ho anche capito che era importante far ascoltare loro la canzone che mi rendesse più soddisfatta».