Random, ‘Mi sento bene’: «Avevo perso la strada, oggi voglio dare il giusto tempo alle cose»

La nuova stagione di Random si apre con il singolo ‘Mi sento bene’, un promemoria a se stesso e insieme una dedica alla sua ragazza. La nostra intervista.
- - Ultimo aggiornamento
loading

“Ci vuole coraggio a sentirsi bene e a gridarlo”. Si apre così la nostra chiacchierata con Random che, venerdì 24 settembre, ha pubblicato il nuovo singolo dal titolo – effettivamente coraggiosissimo e pieno di speranza – Mi sento bene. Co-firmato con Raige e prodotto da Zenit, il brano è memorandum di piccole cose che regalano serenità sotto il cielo dell’amore.

“E ci vuole coraggio – continua Random – a cercare in tutti modi di ritrovare dentro se stessi la felicità con tutte le cose che ti fanno stare bene. Soprattutto, serve capire che le cose che ti fanno stare bene, alla fine, sono quelle piccole, quelle che non hanno troppo bisogno di essere ricercate. Sono le cose semplici, cioè qualsiasi posto può diventare il tuo posto felice se in quel posto ci sei con una persona che ti rende felice. E se hai dei ricordi che ti fanno sentire a tuo agio.

“La felicità, nel mio caso, la trovo quando sento di poter essere me stesso in una situazione”, conferma il rapper. “Quando non mi sento giudicato e sento di poter mostrare il mio vero essere senza limitazioni. Questo mi rende felice”.

Dal buio a nuova consapevolezza dello stare bene

Ma come è nato ‘Mi sento bene’? “Il pezzo nasce dopo un momento di non felicità e di buio, in cui tutte queste cose belle non c’erano”, spiega Random. “Iniziavo a dubitare di me stesso, del mio modo di fare, della mia vita; e avevo iniziato a credere che l’amore non esistesse più. Perché quando diventi un personaggio pubblico è difficile trovare qualcuno che ti voglia per quello che sei”.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Random (@random_solo)

“Quindi ci sono stati tanti momenti che mi hanno portato a dire il contrario”, continua l’artista. “Ma è grazie a quei momenti se oggi posso dire che effettivamente mi sento bene. Se non sai cosa vuol dire stare male non puoi capire cosa vuol dire stare bene. Pensavo di avere perso la strada, il mio cammino dal punto di vista emotivo, personale, artistico e caratteriale”.

“Ma quel buio mi ha fatto capire cosa vuol dire stare bene, e lo ringrazio per questo. Adesso il mio obiettivo è migliorami sempre di più e trovare il mio equilibrio come persona dando il giusto tempo a tutte le cose”.

Quasi una forma di resilienza, da una serata no è scaturito il nuovo singolo. “Il pezzo è nato una sera in cui avevo litigato con Zenit e mi sono messo al piano, con il mio muso lungo, iniziando a suonare il giro di piano che mi aveva insegnato quello stesso giorno la mia insegnante di canto. Stavo vivendo un periodo amoroso con una ragazza che mi piaceva tanto ma, quando provavo a fare un passo in più, avevo paura di provare l’amore per poi perderlo di nuovo. È qualcosa che mi ha bloccato per tanto tempo, e il pezzo è nato proprio su questo concetto”. 

LEGGI ANCHE: Jimmy Sax, l’album di debutto è ‘Jimmy’: «La mia scatola magica»

“Poi, andando più avanti, si è trasformato anche grazie alla ragazza con cui sto attualmente”, racconta col sorriso Random. “Lei mi ha fatto capire che effettivamente l’amore esiste e per stare bene serve veramente poco, anche solo parlare seduti su una panchina o per terra. Quindi la canzone continua come dedica d’amore alla mia attuale fidanzata. Circa a metà canzone, come era successo per il singolo Siamo di un altro pianeta ho contattato Raige che oltre essere un grandissimo artista è anche un grande amico”.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Random (@random_solo)

Random e i live: «Dobbiamo sapere quando ripartire al 100%»

Dalla musica in studio al palco. “Quest’estate ho avuto la possibilità, dopo tanto tempo, di rivedere il mio pubblico e questa è stata una cosa fantastica. Mi è dispiaciuto, ovviamente, non poter abbracciare le persone per ringraziarle di esserci e non poter fallire sul palco qualche fan a cantare con me come sono solito fare. Adesso è fondamentale sapere quando noi artisti potremo ripartire al 100% – continua sicuro Random – perché ci sono tante dinamiche lavorative e migliaia di lavoratori fermi. Dall’altra parte ci sono migliaia di persone che hanno comprato un biglietto mentre altre non sanno se comprarlo perché c’è effettivamente la certezza delle date”.

“Servirebbe fare chiarezza, soprattutto servirebbe ripartire, e basta”, sono le parole dell’artista- “Anche perché altri settori stanno ripartendo, quindi credo che sia il momento anche per noi: ci sono tante precauzioni 3 non vedo perché dobbiamo restare ancora fermi”.

Tra i prossimi impegni ci sono proprio due appuntamenti live nei club, a Roma e Milano. “Innanzitutto sto sperando di poter fare queste due date e nel caso la risposta sia positiva sto preparando un bello show. Non voglio che sia un normale concerto in cui io canto le mie canzoni ma voglio che sia un vero e proprio spettacolo da cui la gente torni a casa senza voce dopo essersi divertita. Uno show dove si possa divertire anche chi non è un mio fan”.

Foto di Pierpaolo Pippo da Ufficio Stampa Wordsforyou