Diodato a Sanremo: «Davanti all’imprevedibilità della vita»

A Sanremo 2020 Diodato si presenta con ‘Fai rumore’, dall’album in uscita ‘Che vita meravigliosa’. E ci dice: “Ho un’orchestra nella testa”.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Diodato torna al Festival di Sanremo e lo fa con un brano, Fai rumore, che arriva sulla scia del bellissimo Che vita meravigliosa, singolo che fa parte della colonna sonora de La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek. Le aspettative sono inevitabilmente piuttosto alte, dunque, ma il giovane cantautore non sembra farci troppo caso.

Ascoltiamo in anteprima il suo disco, in uscita venerdì 14 febbraio, ed è proprio Diodato a raccontarcelo. “La titletrack apre questo album e ne è il manifesto – ci spiega –È un disco che racchiude anni di vissuto e si sposta dall’intimo e personale a un sguardo sul mondo e sulle interazioni con la società. È questo il concetto che anche in copertina cerchiamo di esprimere, attraverso una serie di tanti elementi che tornano nelle tracce.”

L’album mette al centro l’imprevedibilità della vita con cui mi confronto e che mi ha fatto riflettere tanto: è la bomba sulla copertina, che se da un lato è negativa dall’altra parte ha anche una senso positivo, un impatto forte.

E oltre a quel missile che sta per scatenare tutto, l’immagine della cover ci mostra un treno, una serie di palazzi, una barca di migranti, una ciminiera (“da buon tarantino”, chiosa Diodato). Un paesaggio, esterno e dell’anima, di fronte al quale il cantautore ha “ragionato sulla fragilità dell’essere umano. C’è un equilibrio che può essere spezzato in qualunque momento.”

Come ha scelto, dunque, il brano per la vetrina di Sanremo 2020? “Non ho mai scritto un brano per il festival, più che altro mi faccio influenzare tanto dagli arrangiamenti e dalla presenza dell’orchestrazione. Posso dire che ho in testa un’orchestra tutti i giorni. Fai rumore è un brano con delle aperture che su quel palco possono essere valorizzate.”

Fai rumore ha messaggio preciso: abbattere i muri dell’incomunicabilità, che è quello di cui voglio parlare in questo momento.

“Mi sento sempre più me stesso, credo di mettermi sempre più a fuoco – conclude Diodato parlando delle prossime date liveHo aperto il cancello che divide il mio giardino personale per far entrare più luce e più persone. Sarà anche per questo che amo stare in tour e spero che, dopo le prime due date, ci sarà un tour lunghissimo durante tutta la prossima estate.”

LEGGI ANCHE: Diodato a Sanremo 2020 con ‘Fai rumore’: il testo della canzone

Foto da Ufficio Stampa Words For You