Federico Rossi e il «bisogno di ironia»: il testo di ‘Pesche’

Il primo singolo da solista di Federico Rossi è 'Pesche', un brano che punta sulla spensieratezza. Ecco il testo.
- - Ultimo aggiornamento
Federico Rossi e il «bisogno di ironia»: il testo di ‘Pesche’

Finalmente è uscito Pesche, il primo singolo da solista di Federico Rossi. Pesche è un brano prodotto da ITACA, il team di producer formato da Merk&Kremont, Eugenio Maimone e Leonardo Grillotti.

«Ho scelto di iniziare con Pesche perché in un momento del genere ciò di cui ho più bisogno sono ironia e spensieratezza – ha scritto Federico qualche giorno fa sui social – spero di riuscire a trasmettervele». 

Pesche di Federico Rossi, il testo della canzone

Parappa, Parappa Pà

Vorrei lasciarmi andare
Ma ci vuole tempo
Per cambiare abitudini
Per ballare un lento
Non mi so abituare
A un’altra persona che forse sei tu

Hai capito male
Volevo scappare non tornare più
E invece se sono qui è perché vorrei dirti davvero ogni cosa di me

Non so se
Ti ricordi di quanto
Ci ho messo per dirti che non mangio le pesche
Non so se
Ti ricordi che ho pianto
Soltanto per te in certe serate pessime

LEGGI ANCHE: Confermato il concerto di Benji & Fede all’Arena di Verona, tutte le info

Ti giuro che
Per niente al mondo non ti cambierei mai
Io mi ci perdo in quegli occhi che hai
Mille difetti e imperfezioni ma se questo non è amore cos’è
Pesche

Non ho niente da fare
Guardo un film distratto
Penso a quella tua pelle bianca
E al tuo nuovo gatto
Non mi so abituare
A un’altra persona che forse sei tu
Non voglio sbagliare
Le cose migliori non tornano più
E invece se sono qui è perché vorrei dirti davvero ogni cosa di me

Non so se
Ti ricordi di quanto
Ci ho messo per dirti che non mangio le pesche
Non so se
Ti ricordi che ho pianto
Soltanto per te in certe serate pessime

Ti giuro che
Per niente al mondo non ti cambierei mai
Io mi ci perdo in quegli occhi che hai
Mille difetti e imperfezioni
Ma se questo non è amore cos’è
Pesche

Quanto tempo rimane
Prima che diventi giorno
Io non riesco a parlare
E neanche tu

Non so se
Ti ricordi di quanto
Ci ho messo per dirti che non mangio le pesche
Non so se

Ti ricordi che ho pianto
soltanto per te in certe serate pessime

Ti giuro che
Per niente al mondo non ti cambierei mai
Io mi ci perdo in quegli occhi che hai
Mille difetti e imperfezioni
Ma se questo non è amore cos’è
Pesche