‘La Modella Assassina’, su Crime+Investigation la storia di Rosa Della Corte

In prima visione assoluta, martedì 26 e mercoledì 27 luglio alle 22.55, in prima TV la storia di Rosa Della Corte.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Va in onda in prima visione martedì 26 e mercoledì 27 luglio alle 22.55 su Crime+Investigation (canale 119 di Sky), La Modella Assassina – La storia di Rosa Della Corte. Una nuova produzione originale Crime+Investigation che ripercorre l’incredibile storia di Rosa Della Corte. Per la donna porte del carcere stanno per riaprirsi a causa di un nuovo crimine commesso 18 anni dopo l’omicidio del fidanzato Salvatore Pollasto. Prima di scontare la sua prossima pena, ha deciso di raccontare la sua incredibile vicenda fatta di delitti, evasioni, suicidi e amori alla giornalista Angela Marino. La serie diretta da Matteo Lena è scritta da Chiara Freddi, Angela Marino, Francesco Piccinini, Massimiliano Virgilio.

Casandrino, provincia di Napoli, 2003. In una strada isolata della provincia partenopea viene trovato il cadavere di un uomo senza vestiti. Il suo corpo mostra i segni di due coltellate. Si tratta di Salvatore Pollasto, militare ventiquattrenne di istanza negli Alpini a Trento. Per gli inquirenti, la principale sospettata è la sua ragazza, la diciottenne Rosa Della Corte, che da allora la stampa ribattezza la mantide di Casandino. Nel 2004 viene condannata a 18 anni per l’omicidio.

Rosa Della Corte, la vita in prigione

Nel 2021, uscita di prigione, contatta Angela Marino per raccontare la sua verità. All’epoca dei fatti, era un affascinante diciottenne circondata di ammiratori che finisce nel tritacarne mediatico. Rosa si è sempre dichiarata innocente. Il suo travagliato percorso carcerario è fatto di litigi con le detenute e le agenti, per questo viene spostata da un carcere all’altro e tenta il suicidio ingerendo un crocifisso.

Nonostante il suo stato di salute precario, la mantide non smette di usare il suo fascino per ammaliare uomini e donne per raggiungere i suoi obiettivi. Nel 2014 convince un uomo ad aiutarla a evadere. Riacciuffata, decide di sposarsi con un detenuto condannato per omicidio. Prima, però, tenta di assassinare una guardia carceraria e per questo riceve la condanna in appello ad altri 13 anni di reclusione.

Oggi, Rosa Della Corte – bellissima, ribelle e senza scrupoli – racconta la sua verità e parla dei suoi demoni che ancora non hanno smesso di tormentarla.