Nuova avventura imprenditoriale per la star dei social Gianluca Vacchi

L’imprenditore star dei social annuncia l’apertura di Kebhouze, nuovo food brand di kebab a Milano e Roma.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Inarrestabile Gianluca Vacchi. L’imprenditore e star dei social da oltre 41 milioni di followers tra Instagram e TikTok annuncia una nuova avventura imprenditoriale. A dicembre, infatti, apre i battenti a Milano e Roma Kebhouze, food brand di kebab che inaugura con cinque aperture. A queste ne seguiranno altre durante il 2022 per il quale sono già programmate ulteriori venti sedi tra Italia ed estero.

Tutto è partito dall’idea di un gruppo di giovani italiani alla quale Vacchi, cogliendone lo spirito di novità, non ha saputo dire di no. “Oggi in Italia per noi giovani avere un’idea valida è solo il primo di tanti passi per trasformarla in realtà”, spiega Oliver, nel team del progetto. “Gianluca Vacchi ha realmente investito sui giovani: sia sull’idea che sulle persone. È stata impressionante la prontezza di Gianluca nel riconoscere la validità del progetto e l’entusiasmo nel realizzarlo subito insieme a noi”.

“Quando mi hanno descritto il progetto, ho colto immediatamente l’enorme potenziale del format”, spiega l’imprenditore. “Nel 2021 è molto difficile avere un’idea così innovativa in un settore maturo come quello del food”.

Quella di Vacchi è innanzitutto una scommessa su un prodotto, il kebab, che viene proposto in due versioni per un menù inaspettatamente ampio e variegato. “C’è un problema di diffidenza verso il kebab. Lo avevo anche io”, ammette l’influencer. “Dopo aver assaggiato il kebab per la prima volta in vita mia alle nostre prove food, mi sono reso conto che in realtà non c’è un piatto più semplice di questo. Ovviamente ho richiesto che ogni ingrediente e materia prima utilizzata siano di massima qualità”.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da KEBHOUZE | It’z kebab baby! (@kebhouze)

Attenzione anche alla sostenibilità ambientale con un food packaging eco-friendly, comprese le acque naturali in tetrapack brandizzate. Solo aziende italiane forniscono le carni e produttori locali firmano due diverse birre artigianali presenti in store a marchio Kebhouze. Curiosa e simpatica la mascotte Keb che ha già fatto la sua comparsa nella villa bolognese del manager: alto oltre due metri con la testa a forma di kebab indossa una corona d’oro.

LEGGI ANCHE: Re-Coding: Quayola e l’incontro artistico tra classico e tecnologia

Gianluca Vacchi e Keb, nel video rilasciato sui social, firmano insieme la costituzione della società di fronte a un notaio. In attese delle prime aperture il profilo Instagram di Kebhouze macina già followers che si interrogano sull’identità misteriosa di Keb.

Di seguito le prime tre sedi di Kebhouze (opening a inizio dicembre):

  • Milano: Corso Buenos Aires, Via Paolo Sarpi e Porta Genova
  • Roma: all’interno del Centro Commerciale Euroma2 e via Ostiense

Foto da Ufficio Stampa C. Moioli