ESC2022, prove per Mahmood & Blanco: «Cerchiamo di affrontare questo palco nel modo più libero»

Mahmood & Blanco si preparano a portare sul palco dell’Eurovision Song Contest 2022 la loro ‘Brividi’. Ecco le dichiarazioni dalla conferenza stampa.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Al PalaOlimpico di Torino sono in corso le prove per tutti i partecipanti all’Eurovision Song Contest 2022. Sabato 7 maggio sul palco si sono esibiti anche i nostri Mahmood & Blanco che, insieme a Michelangelo al pianoforte, hanno provato Brividi. E a seguire, la coppia artistica che rappresenta l’Italia ha incontrato la stampa. “La prima prova è andata abbastanza bene ma possiamo fare meglio”, sono le parole a caldo di Mahmood.

E, in effetti, il margine di miglioramento è ampio ma l’intesa fra i due è quella che abbiamo conosciuto al Festival di Sanremo. Prima delle tre esibizioni, Mahmood e Blanco si sono anche scambiati qualche consiglio sul riscaldamento vocale: “Cantare la mattina è complicato”, spiega Alessandro. “Stavo chiedendo a Riccardo se i suoi esercizi sono gli stessi miei”.

“Sicuramente l’Eurovision Song Contest è un bellissimo evento per la musica, dopo due anni di Covid e lockdown”, afferma sicuro Mahmood. “Per noi, poi, è una bellissima occasione anche per la presenza di tanti altri artisti tutti molto forti”.

Seconda volta per l’artista di Soldi e debutto per Blanco all’ESC. “Essere all’Eurovision in coppia è un’esperienza completamente diversa”, osserva a tal proposito Mahmood. “Anzi, sto imparando cose diverse, come condividere le emozioni sul palco. La volta scorsa tutto era concertarlo su di me, forse anzi è meglio quest’anno”.

“Penso che il modo migliore di vivere questa esperienza sia affrontarla nel modo più libero”, racconta ancora Mahmood. “È meglio non pensare alla competizione ma concentrarci sul fatto che è un’occasione anche per far conoscere la nostra musica in tutta Europa”. “Non sentiamo la pressione, in verità – continua Blanco – Io e Ale siamo qui per divertirci”. “Sì, è la frase chiave di questo nostro anno”, conferma il compagno d’avventura.

Brividi, tra amore e libertà

“Per me l’amore è qualcosa di complicato”, spiega Mahmood approfondendo il tema del brano. “E a volte è anche la paura di esporre i miei sentimenti a chi amo. È proprio questa paura il tema di Brividi, in cui canto di quello che sento in amore in certi momenti. Ma la forza di questo brano è libertà, perché per me l’amore deve essere libertà. Siamo due generazioni che si incontrano sullo stesso terreno in merito a certe paure nei sentimenti”.

LEGGI ANCHE : – Eurovision, i norvegesi Subwoolfer dedicano un brano a Torino

“Quello di Brividi è un amore universale”, aggiunge Blanco. “Quando abbiamo scritto il testo non abbiamo a fare differenze nel tipo di amore, abbiamo pensato alle nostre vite e basta. Per me l’amore è tante cose: da quello per la musica a quello per una persona a quello per la vita. Al fondo c’è sempre la passione, che è quello che alla fine mi spinge a fare musica”.

“Siamo il 50% l’uno dell’altro, ci completiamo”, racconta sorridendo Blanco. “A volte è Alessandro quello felice e io sono arrabbiato, altre succede il contrario… Consigli? non me ne ha dati”

“Il problema – chiosa Mahmood – è quando siamo arrabbiati tutte e due! Ma per il resto ognuno cerca di rendere meno arrabbiato l’altro. Di solito parliamo di cibo… seriamente, non ci sono consigli che possa dargli, lui non ne ha bisogno ce la fa benissimo da solo”.

Foto Credit EBU / CORINNE CUMMING