Quartetto EOS sceglie ancora Mozart: «Rinascita, gioia, vivacità e colori»

I pluripremiati musicisti di LAZIOSound fanno risuonare le note di Mozart nel Parco degli Acquedotti di Roma.
-
loading

Il primo movimento del mozartiano Quartetto d’archi n. 14 in sol maggiore K 387 si veste di nuovo grazie al Quartetto EOS. Il pluripremiato ensemble – vincitore della categoria “I love Mozart” nell’ambito di LAZIOSound promosso da Regione Lazio – ha pubblicato Mov. 1 Allegro vivace assai. Disponibile su tutte le piattaforme digitali, il brano è accompagnato dal videoclip ufficiale sul canale YouTube del quartetto.

“La scelta di questo repertorio, al di là della purezza di espressione e chiarezza del linguaggio musicale, è stata dettata dal significato che può avere in relazione al periodo storico che abbiamo vissuto” dichiarano i quattro giovani talenti. Un quartetto di rinascita, gioia, vivacità e colori, elementi che ci sono mancati nell’ultimo anno e mezzo”.

“Il nostro obiettivo – continuano i musicisti del Quartetto EOS – era quello di ritornare a vivere e ad emozionarci della nostra musica in un contesto dove l’arte sembrava dimenticata. Con questo quartetto abbiamo cercato racchiudere e portare in musica la nostra rinascita”.

LEGGI ANCHE: ‘Maker Music’, Andrea Lai alla direzione artistica: «Indaghiamo l’errore nella creatività»

A ospitare l’interpretazione di Elia Chiesa (violino), Giacomo Del Papa (violino), Alessandro Aqui (viola) e Silvia Ancarani (violoncello) è il Parco degli Acquedotti di Roma, che fa da sfondo alle immagini del video. Così, questo luogo carico di storia e cultura diventa punto di incontro fra passato, presente e futuro facendo dialogare generazioni musicali lontane ma vicine.

LAZIOSound è il programma delle Politiche Giovanili della Regione Lazio per supportare e rafforzare lo sviluppo del sistema musicale del Lazio. La manifestazione mette a disposizione strumenti economici, interventi mirati, partnership e attività di promozione per sostenere le componenti artistiche giovanili indipendenti.

Crediti: LAZIOSound Regione Lazio