‘Raya e l’Ultimo Drago’ arriva in Home Video: la nostra intervista a Osnat Shurer e Adele Lim

Come è stata valorizzata la cultura del sud est asiatico? Raya e l'Ultimo Drago arriva in Home Video e i contenuti extra sono preziosissimi.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Raya e l’Ultimo Drago arriva finalmente in Home Video in Blu-Ray e DVD. Oltre alle epiche scene del film da vedere e rivedere, l’edizione DVD include anche il corto animato Per Sempre Noi, mentre nella versione Blu-Ray si aggiungono tanti contenuti extra inediti, incluse le scene eliminate e gli esclusivi approfondimenti con i filmmaker.

LEGGI ANCHE: Raya e l’Ultimo Drago, Adele Lim e Osnat Shurer: «L’importanza del noi»

Abbiamo parlato proprio dei contenuti extra con Osnat Shurer – produttrice – e Adele Lim – sceneggiatrice. A partire da Noi siamo Kumandra, un estratto che analizza le influenze culturali alla base del film grazie al team di Southeast Asia Story Trust.

«Con Moana avevamo trovato un modo che abbiamo poi applicato a Raya, ovviamente adattandolo. – ci dice Osnat – Avevamo bisogno di altri esperti. Bravissimi antropologi, linguisti, ballerini. Il film è imbevuto della cultura del sud est asiatico».

«Volevamo che l’amicizia e la cultura nel film fossero altrettanto reali. – aggiunge Adele – Credo sia tutto questo lavoro a permettere alla gente di sentire l’autenticità del film».

Tra i contenuti extra della versione Home Video di Raya e l’Ultimo Drago c’è anche un estratto che ripercorre le vite degli addetti ai lavori durante la pandemia, mostrando tutti gli ostacoli incontrati nel realizzare un film d’animazione da casa. «Un testamento – dice Osnat – della bravura degli artisti che lavorano per Walt Disney Animation Studios».