Il Codacons colpisce ancora: denunciato Elton John, ecco perché

La star inglese Elton John nel mirino del Codacons che sporto denuncia perché l’artista non avrebbe indossato la mascherina durante il suo passaggio a Capri.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Potrebbe costare più caro del dovuto, a Elton John, la sua vacanza a Capri la scorsa estate. Il Codacons, infatti, ha denunciato la star per non aver indossato la mascherina mentre si trovava al bar del Quisisana in compagnia della famiglia e dell’imprenditore Roberto Russo. Che il Codacons non sia nuovo a intraprendere decisioni di questo tipo è cosa nota ma stavolta il bersaglio è ancora più grosso del solito.

Le regole valgono per tutti, e così come i cittadini campani sono obbligati ad indossare la mascherina all’aperto, lo stesso vale per vip e personaggi famosi.” Queste le ragioni dell’Associazione Consumatori che chiede al prefetto di Napoli, al Comune di Capri e al presidente della Regione Campania di procedere a multare Elton John (la sanzione amministrativa prevista va da 400 a 1000 euro).

L’imprenditore Russo è subito intervenuto raccontando la propria versione dei fatti: “Elton John non ha fatto un solo passo per le strade di Capri – ha specificato (Kikapress) – Il suo arrivo dal porto di Marina Grande alla terrazza del bar del Grand Hotel Quisisana è avvenuto a mezzo di un carrello elettrico chiuso, abilitato al trasporto delle persone con difficoltà motorie.

Elton John era lunico passeggero seduto nella parte posteriore del carrello elettrico, oltre al guidatore seduto da solo sul davanti. Entrambi indossavano la mascherina. Giunti alla terrazza del bar del Quisisana, il passeggero è sceso e così come la legge prevede, ha consumato un aperitivo senza mascherina.”

LEGGI ANCHE: Sealow: «I brani come onde. Hanno un flusso, ma vivono di vita propria»

“Essendo presente – continua Russo – confermo che eravamo le uniche e sole persone presenti al bar, visto che era l’ultimo giorno di apertura del Quisisana. Il ritorno in barca è avvenuto allo stesso modo e sempre con mascherine indossate. Mi auguro che il Codacons abbia in futuro cose più veritiere da segnalare.”

Staremo dunque a vedere cosa succederà. Di certo Chiara Ferragni e Fedez (nel mirino del Codacons in svariate procedure) sono in buona, anzi ottima, compagnia.

Foto Kikapress