QCC, Luca e Paolo: la canzone satirica su Berlusconi e Fascina

L’ultima canzone satirica di Luca e Paolo a ‘Quelli che il calcio’ è per Silvio Berlusconi e la presunta fiamma. Il brano che non dimentica nessuno, Pascale a Dudù compresi.
- - Ultimo aggiornamento
loading

È arrivata, puntuale, la canzone satirica della settimana firmata da Luca e Paolo, che insieme a Mia Ceran hanno guidato l’appuntamento domenicale di Quelli che il calcio su Rai2. Questa volta, obiettivo dell’ironia pungente del duo è Silvio Berlusconi, protagonista della cronaca rosa recente per la fine della relazione con Francesca Pascale.

Secondo alcune indiscrezioni, il leader politico avrebbe già una nuova fiamma, ovvero Marta Fascina. Potevano Luca e Paolo farsi sfuggire l’occasione di intonare le loro rime dedicate alla presunta fresca coppia? Certo che no.

LEGGI ANCHE: Anna e il record storico di ‘Bando’

“Con la Pascale non voglio, non voglio più stare – iniziano i due comici sulle note di Cicale di Heather Parisi – troppo pudica, le ho chiesto se aveva un’amica. […] Senza Pascale, di nuovo potrò broccolare. Passione antica, sapete mi piace l’amore.

Le voleva la custodia di Dudù ma col cane, sai, si cucca ancor di più. C’ho l’animale, lo porto pure in tribunale.

E ancora, Luca e Paolo continuano così: “Non sono vecchio, c’ho il morale sempre su, io sto bene a fare il bung bu’, mi va mi va… Non voglio rimaner zitello, non mi va, sono un giovincello senza età, vieni di là io sto qua. Marta Fascina sarà la mia nuova regina, è del ’90 vecchiotta, lo so, ma mi incanta. Io l’ho candidata nel Collegio al Sud, però tutti adesso gridano allo scoop, per me è normale, se è brava cosa c’è di male?”

Foto Kikapress / Clip video da Ufficio Stampa Zebaki