Amnesty International: i brani candidati al Premio ‘Voci per la Libertà’

Da Brunori Sas a The Zen Circus, ma anche Levante, Fabi, Motta e Mannoia: annunciati i candidati al Premio ‘Voci per la Libertà’ 2020.
-

Torna anche quest’anno l’appuntamento con il Premio Voci per la Libertà di Amnesty International Italia, che ha annunciato i dieci brani candidati per il 2020 nella sezione Big. Come sempre, il riconoscimento intende valorizzare le canzoni che trattano di diritti umani e sono state proposte nel corso degli ultimi dodici mesi da grandi artisti della scena nazionale.

Di chi stiamo parlando? Di seguito i brani che hanno ricevuto la nomination con i relativi interpreti (l’ordine è rigorosamente alfabetico per artista):

  • Brunori Sas – Al di là dell’amore
  • Niccolò Fabi – Io sono l’altro
  • Levante – Andrà tutto bene
  • Fiorella Mannoia – Il peso del coraggio
  • Motta – Dov’è l’Italia
  • Willie Peyote – Mostro
  • Daniele Silvestri – Qualcosa cambia
  • Tre allegri ragazzi morti feat. Pierpaolo Capovilla – Lavorare per il male
  • Margherita Vicario – Mandela
  • The Zen Circus – L’amore è una dittatura

Istituito nel 2003, il Premio verrà consegnato ufficialmente in occasione di Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty in programma a Rosolina Mare dal 17 al 19 luglio 2020. E ad assegnare il riconoscimento è una giuria formata da addetti ai lavori, referenti di Amnesty e Voci per la Libertà, giornalisti, intellettuali e conduttori radio-tv.

Ad oggi l’albo d’oro è già assai ricco. Si leggono, infatti, solo per fare qualche esempio, i nomi di Ivano Fossati, Paola Turci, Samuele Bersani, Subsonica, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Mannarino ed Edoardo Bennato.

LEGGI ANCHE: Rapporto Amnesty International: diminuite le esecuzioni nel 2018

‘Voci per la Libertà’: la sezione dedicata agli emergenti

Oltre alla categoria dei Big, il Premio prevede anche una sezione per gli artisti emergenti, il cui bando è disponibile al sito ufficiale Voci per la Libertà. E chi si sarà iscritto entro il 16 marzo potrà anche concorrere al Premio MEI Musplan, da cui sarà selezionato il primo semifinalista 2020.

Infine, se vi state chiedendo chi si può candidare, queste le informazioni necessarie. Possono partecipare tutti i cantautori e band con un brano sui diritti umani (in qualsiasi lingua o dialetto) e appartenente a qualsiasi genere musicale. Attenzione però: la scadenza per la candidatura è fissata su lunedì 4 maggio.

Foto da Ufficio stampa Monferr’Autore