Michele Bravi e ‘La geografia del buio’: «Le parole per dire il caos»

È lo stesso Michele Bravi ad annunciare il proprio ritorno sui social: dal 20 marzo ‘La geografia del buio’. Ecco le parole dell’artista.
-

È un ritorno attesissimo quello di Michele Bravi che, via social, ha annunciato il nuovo progetto La geografia del buio. In preorder e presave dalla mezzanotte del 19 febbraio, il lavoro esce il prossimo 20 marzo e riporta ufficialmente sulle scene il giovane artista.

Di buio, Bravi, deve averne conosciuto parecchio, non solo per gli alti e immancabili bassi artistici dopo le luci del talent ma anche negli ultimi mesi per via dell’incidente in cui ha perso la vita una donna. E navigando in quel buio, anzi caos come lo definisce l’artista, Michele ce ne riporta oggi la geografia.

Avere le parole per dire il caos non salva da niente ma almeno disegna il labirinto. – scrive su Instagram – ‘La geografia del buio’ è un racconto attraverso la ferita del mondo. Una perdita di aderenza dal reale e il tuffo in un’oscurità che racchiude in sé la violenza della vita e riscopre nell’amore l’unica salvezza.”

Un amore che non combatte il male ma che aiuta a disegnarne la geografia.

LEGGI ANCHE: La Rappresentante di Lista: «L’emozione di Sanremo è ineffabile»

Protagonista, a Milano, di alcuni concerti speciali a fine 2019, Bravi si prepara a tornare in pista e quest’occasione se la merita tutta.

Foto Kikapress