Rita Pavone a Sanremo 2020 con ‘Niente (Resilienza 74)’: il testo della canzone

A quarant’otto anni dalla sua ultima partecipazione in gara, Rita Pavone torna a Sanremo con ‘Niente (Resilienza 74). Ecco il testo della canzone.
- - Ultimo aggiornamento
Rita Pavone a Sanremo 2020 con ‘Niente (Resilienza 74)’: il testo della canzone

Zucchero (1969), Ahi ahi ragazzo! (1970), Amici mai (1972). Rita Pavone torna al Teatro Ariston, in gara fra i Campioni, con il brano Niente (Resilienza 74) firmato dal figlio Giorgio Merk. L’artista, contestata alla vigilia e tacciata di sovranismo, è al festival per la quarta volta dopo aver ricevuto, tra l’altro, il Premo alla Carriera sullo stesso palco nel 2017.

Niente peli sulla lingua ed energie da vendere, la Small Wonder della musica italiana è più in forma che mai. Sul suo profilo Twitter, a poche ore dalla sua ufficializzazione del cast, ha scritto: “Non vedo l’ora di salire sul palco dell’Ariston insieme ai miei colleghi per festeggiare i 70 anni del Festival di Sanremo.”

Grazie al mio pubblico che continua ad amarmi dopo tanti tanti anni.

Rita Pavone: il testo di ‘Niente (Resilienza 74)’

TESTO e MUSICA: G. Merk

Niente, qui non succede proprio niente
e intanto il tempo passa e se ne va.
Meglio cadere sopra un’isola o un reality che qualche stronzo voterà.
Niente, adesso non ricordo niente
Fammi sentire che sapore ha.
E la mia testa sul cuscino certe notti vuoi sapere quanto male fa
Male fa, male fa (and I like it, I like it) [x2]

Non hai mai saputo spezzarmi, travolgermi
Resto qui nel fitto di un bosco
e il tuo vento non mi piegherà.
Qui non succede proprio niente.

Pensavo
che ad ogni seme piantato corrispondesse un frutto,
dopo ogni fiato spezzato ricominciasse tutto,
che la parola di un uomo valesse oro e invece
trova un amico ma non toccargli il tesoro.
Niente, non ci ho capito proprio niente
ma anche l’orgoglio si rimargina.
Picchia più forte, non lo vedi che sto in piedi,
non ti accorgi che non servirà.

Non hai mai saputo spezzarmi, travolgermi
Resto qui nel fitto di un bosco
e il tuo vento non mi piegherà
I love you [x6]

Non hai mai saputo spezzarmi, travolgermi
Resto qui nel fitto di un bosco
e il tuo vento non mi piegherà
Mai più
Il vento non mi piegherà mai più
Il vento non mi piegherà.
Qui non succede proprio niente.

LEGGI ANCHE: Rita Pavone: «Teddy Reno? La persona giusta»

Foto di Chiara Mirelli via Ufficio Stampa D. MIGNARDI