Justin Bieber: su YouTube il primo episodio di Seasons

Su YouTube è disponibile il primo episodio di Justin Bieber: Seasons, la docu-serie che racconta la popstar come non l'avete mai vista.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Lunedì 26 gennaio, al Regency Bruin Theatre di Los Angeles, è stato presentato Justin Bieber: Seasons, una docu-serie che ha debuttato proprio nel giorno della premiere con il primo episodio su YouTube.

Si tratta di 10 episodi in cui la celebre popstar canadese racconta molto di sé e della sua vita privata, tanto che una delle protagoniste del documentario è proprio Hailey Baldwin Bieber, che ha accompagnato la sua ‘dolce metà’ anche sul carpet di presentazione del progetto, scambiando con Justin effusioni a favor di camera.

LEGGI ANCHE: Avril Lavigne e il messaggio a Justin Bieber sulla Lyme: «C’è speranza»

Il 14 febbraio 2020 uscirà intanto il nuovo album dell’artista, intitolato Changes: un progetto che va a braccetto con l’intimità e l’indiscrezione di Seasons, in cui Bieber si mostra senza filtri, descrivendo anche uno dei momenti più brutti e difficili della propria carriera.

Justin Bieber: Seasons, l’interruzione del Purpose Tour e i problemi mentali

Nel 2017, Bieber interruppe infatti improvvisamente il Purpose World Tour per prendersi cura di se stesso e della propria salute mentale. Un momento che negli 11 minuti di video del primo episodio di Seasons viene descritto molto bene dal manager Scooter Braun.

«All’inizio della sua carriera facevamo tutto quello che ci veniva in mente. – racconta Braun – Prima di Purpose però non volevo andasse in tour, volevo che si mettesse in sesto. Ma lui si sentiva pronto, quindi siamo partiti. Verso la fine però sembrava stanco e disse che aveva bisogno di una pausa. È stato male molto tempo, ma in quel periodo è cresciuto, si è sposato, senza nessuna pressione. Ha il diritto di avere i suoi tempi».

Sono tante le indiscrezioni sul nuovo lavoro che trapelano da Seasons, ma più di ogni altra cosa la docu-serie è un ritratto intimo di Bieber e di come sia stato difficile essere semplicemente se stesso in un mondo in cui chiunque ti considera ormai un personaggio.