Lele Esposito: il nuovo progetto è la webseries ‘4 On The Boat’

Il talento di Amici e vincitore di Sanremo Giovani 2017 si lancia nella prima webseries italiana di intrattenimento sociale. Scori di cosa si tratta.
-

Sono disponibili su YouTube i primi due episodi di 4 On The Boat, prima webseries italiana “di intrattenimento sociale” ideata da Lele Esposito. Assente dalle scene musicali da qualche tempo, il giovane talento di Amici 15 e vincitore di Sanremo Giovani nel 2017 si lancia così in un progetto nuovo di zecca che lo vede in veste di presentatore e moderatore.

Al suo fianco un altro nome noto della discografia, quello del producer Patrizio Simonini che con Lele ha dato vita alla serie per il web con un obiettivo preciso. Lo scopo di Producting Arts, infatti, è quello di sollecitare spunti di riflessione, creare connessioni umane ma anche momenti di divertimento grazie a brevi clip in rete.

Condivisione del reale, insomma. “Ho sempre fatto un’ossessiva ricerca della verità. – scrive Lele sul suo profilo Instagram – Nella musica, come nella vita. Volevo e davo quello che era, né un po’ in più né un po’ in meno. Non ho mai indorato la pillola agli altri né tantomeno l’ho indorata a me. Questo mi ha portato a fare terra bruciata intorno. […] Anche con la musica ho fatto lo stesso, e oggi rimane poco. Poco ma vero.”

Non siamo fatti di transistor, ma di ricordi. Siamo solo una collezione di ricordi, che in un modo o nell’altro, ci hanno formato.

LEGGI ANCHE: Andrea Biagioni al ‘Pranzo di famiglia’: «Un giro di boa nel mare della vita»

Da qui, continua Lele, l’idea di 4 On The Boat, “un format – continua l’artista – , un gioco, un punto di ritrovo dove le puttanate non entrano e la verità è l’unica regola per vincere.” I protagonisti dell’avventura, sono quattro persone comuni, chiamate a condividere momenti di vita seduti attorno a tavolo. Per ciascuna di loro dieci domande a cui rispondere per raggiungere un montepremi di 200 euro.

E le domande portano a una sempre maggiore intimità, con i primi sette quesiti a risposta obbligatoria e gli ultimi, dall’ottavo al decimo, con la possibilità di non rispondere dietro pagamento di un pegno. Storie e relazioni diventano, così, la trama di un nuovo racconto del vero.

View this post on Instagram

true.

A post shared by Lele (@lelegraph) on

Foto da Ufficio Stampa Producting Arts