Il potere terapeutico della fotografia. Jeff Bark presenta ‘Paradise Garage’

Abbiamo assistito ad una mostra fotografica con una guida d'eccezione: Jeff Bark presenta 'Paradise garage' e ci svela il potere terapeutico di uno scatto

Vedere una mostra con una guida d’eccezione come l’artista che ha realizzato le opere, è un’esperienza senza ombra di dubbio unica soprattutto se l’artista è Jeff Bark.

Leggi anche:– Il luogo più rock di Firenze? Gli Uffizi, parola di Eike Schmidt

Il fotografo americano (noto in tutto il mondo per i suoi iconici editoriali e copertine di riviste come Dazed & Confused, Another magazine, I-D, V Magazine, Pop Magazine e Dust), ha presentato al Palazzo delle Esposizioni di Roma la sua prima personale italiana: Paradise Garage (fino al 28 luglio).

“Questa mostra si chiama Paradise Garage perché le foto sono state scattate tutte nel mio garage. Ho trasformato questo piccolo spazio in una scatola magica per raccontare la mia storia. È l’illusione la parte che preferisco di più, rendere temporaneamente possibile ogni universo: come fosse un film racchiuso in uno scatto, dove ogni immagine è traccia della mia presenza. In questo modo la mia fotografia è come scultura.”

Jeff Bark

Una mostra fotografica un viaggio, suggestivo e particolare, che tra ritratti e nature morte scuote le coscienze di chi la guarda e avvolge lo spettatore in una sorta di sogno onirico.

Ogni quadro, ogni foto, è composta con meticolosa attenzione in un balance perfetto tra realtà e finzione. E tra i suoi soggetti preferiti le persone, quelle comuni, che secondo Bark sono molto più belle e interessanti da fotografare. Le modelle, come ci spiega l’artista durante la visita, sono tutte uguali fisicamente. Belle si ma verrebbe da dire ‘anonime’.

“Voi siete uno diverso dall’altro – ci dice Jeff Bark – e per questo molto più interessanti; avete molto più cose da raccontare”.

Jeff Bark
Jeff Bark, Little Romeo, 2019

Poi ci racconta del potere terapeutico che una foto può avere. Viviamo in un era in cui l’immagine domina su tutto, a cercare lo scatto perfetto o il selfie perfetto in cui apparire belli, cool, felici… Una foto che ci ritrae ‘brutti’ è devastante e influenza l’idea che abbiamo di noi. Viceversa, una foto che ci ritrae belli ha il potere di darci coraggio e infonderci sicurezza. Come è successo ad uno dei soggetti di Bark.

Si tratta di una ragazzina, una compagna di scuola dei suoi figli. La sua gemella è molto popolare amata dai compagni; lei al contrario, era timida, introversa. Lui la sceglie per i suoi scatti dai quali emerge bella intensa, con un fuoco negli occhi.

“Una volta tornata a scuola dopo aver posato per me, i suoi genitori mi hanno chiamato per ringraziarmi – spiega il fotografo – Aveva trovato il coraggio di aprirsi, si sentiva più sicura. Dopo aver raccontato di aver posato per il servizio, è stata invitata a sedersi per il pranzo al tavolo dei ragazzi ‘popolari’. Lei ha avuto il coraggio di rifiutare. Una foto può aiutare a trovare fiducia in te”.

La mostra di Jeff Bark ‘Paradise Garage’ al Palazzo delle Esposizioni di Roma sarà visibile fino al 28 luglio e noi vi consigliamo di non perderla.

crediti foto@ufficio stampa Palazzo delle Esposizioni

Elena Balestri

Laureata in Architettura, amo gli animali e l'arte in tutte le sue forme.