È Pink R-Evolution alla Notte Rosa 2019: “Il nostro abbraccio nelle piazze”

Per il quattordicesimo anno il litorale adriatico saluta l’estate con la Notte Rosa: il 5 luglio, per tutto il weekend, eventi e concerti gratuiti all’insegna dell’accoglienza.
-
loading

Si dice Notte Rosa, si legge un intero weekend di eventi lungo l’intera costa romagnola fino alle Marche. La manifestazione che apre l’estate adriatica arriva all’edizione numero quattordici e letteralmente “si allarga” dalla sera di venerdì 5 luglio fino a domenica 7 luglio 2019. Sono infatti oltre quattrocento gli eventi gratuiti che accendono il litorale per oltre 110 Km costieri fra concerti e spettacoli, con attenzione anche ai bambini.

L’evento è aperto a tutti e invita alla partecipazione nel segno dell’accoglienza. Perché è proprio questo il primo caposaldo dello spirito della Notte Rosa 2019, che ha come claim Pink R-evolution. Così a trent’anni dalla caduta del muro di Berlino, la voglia di abbattere ogni altro tipo di barriera – quella digitale inclusa – fa da guida all’iniziativa per diventare un monito anche durante l’estate.

“La Notte Rosa è il più grande evento di sistema che questo Paese ha saputo mettere in campo in questi anni – ha dichiarato in conferenza stampa l’Assessore Regionale al Turismo dell’Emilia Romagna Andrea Corsini –. Ad oggi la manifestazione si comprende quindici comuni della costa e si propaga anche nell’entroterra coi suoi borghi. Sono i grandi eventi ormai, dalla quelli musicali allo sport, che contraddistinguono il nostro turismo.”

La Notte Rosa è il  simbolo più evidente di come investire per essere più attrattivi e per raccontarci al mondo coi nostri valori. – ha concluso l’assessore Corsini.

E in un affollato Cracco Bistrot a Milano è intervenuto anche Andrea Gnassi, Presidente di Visit Romagna, che ha sottolineato l’impegno della manifestazione in senso inclusivo e nell’ottica della sostenibilità ambientale. “Il rosa è ancora vivo e forte: rappresenta il carattere immateriale di questo pezzo d’Italia, quello disponibile alle relazioni.

LEGGI ANCHE: Il jazzista Enrico Rava nominato Cavaliere della Repubblica Italiana

Il nostro rosa è un abbraccio, è accoglienza. Quella del 2019 è l’edizione del cambiamento a partire dalle abitudini quotidiane: si apre alla rivoluzione verde e la direzione è verso il plastic free. Insomma, siamo dentro la rivoluzione umana e contro l’algoritmo digitale che ci domina.”

Gnassi ha infine chiuso dicendo: “La Notte Rosa è l’unico evento che non ha paura e non si rinchiude in un perimetro ma esce in piazza. È la rivoluzione dell’abbraccio e dell’amore, dell’inclusione.”

Ambasciatore della Romagna di casa a Milano Linus è un frequentatore abituale della costa adriatica e venerdì 5 luglio sarà “in campo” con l’anteprima del contest estivo Deejay On Stage. “A proposito della rivoluzione che ci aspetta – ha raccontato lo speaker – io mi auguro di poter vivere quella del web. Ha 30 anni ma è come se fosse la scoperta del fuoco.

Siamo uomini primitivi che hanno scoperto la fiamma e la usano solo per bruciarsi la barba uno con l’altro. Spero che impareremo utilizzare uno strumento come internet in maniera onesta e trasparente, con responsabilità. Questa è la prossima vera rivoluzione che auspico si compia.”

Tanti gli eventi e gli ospiti della Notte Rosa che vedrà coinvolti, tra gli altri, Francesco De Gregori a Rimini, Giusy Ferreri a Marina di Ravenna, Baby K a Comacchio. E ancora Federica Carta & Shade a Cattolica, gli Stadio a Bellaria Igea Marina e Nomadi insieme a Le Vibrazioni in quel di Cesenatico. Ma il programma è in costante aggiornamento. Insomma, il rosa è davvero più che vivo che mai.