Casadilego a Roma per ‘My Soul Summer’: «Ho lavorato sulle mie zone d’ombra»

Incontriamo Casadilego alla Festa del Cinema di Roma 2022 per il suo debutto da attrice in 'My Soul Summer'. La nostra intervista.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Casadilego – nome d’arte di Elisa Coclite – arriva alla Festa del Cinema di Roma 2022 per presentare, insieme al cast e al regista Fabio Mollo, il film My Soul Summer. Per l’artista, è il debutto da attrice in una pellicola che – ad ogni modo – parla e sa tantissimo di musica. Non proprio, dunque, il salto della squalo per la giovanissima cantautrice.

«È la mia prima esperienza. – ci racconta – È stato particolare e sono stata fortunatissima, perché mi sono trovata in un ambiente empatico. Studiare la recitazione mi ha aperto dei mondi e ho scoperto che è vicina alla musica. Utilizza gli stessi canali emotivi. Sono soddisfatta di non essere impazzita. Mi sono vissuta ogni singola cosa cercando di dare il meglio senza pensare di tutelare la mia sanità mentale».

Nel film, Casadilego interpreta Anita, una giovane ragazza che per molti versi somiglia proprio a Elisa.

«Entrambe proviamo un amore incondizionato per la musica. – ci dice Casadilego – Tutto il resto è venuto di conseguenza. Anche il percorso di Anita ha tanto di me».

Casadilego

Casadilego a Roma: la release di Oceano di cose perse

Oceano di cose perse (Columbia Records Italy/Sony Music Italy) è una doppia release, che racchiude i due brani Oceano di cose perse – scritto da Mara Sattei e prodotto da Enrico Brun – e Edinburgh attempt no. 2, prodotto dalla stessa artista. Entrambi i brani appaiono nel film My Soul Summer, che uscirà nelle sale per tre giorni il 24, 25 e 26 ottobre con Europictures.

«Oceano di cose perse è il nome dell’EP che racchiude due canzoni. – ci dice Casadilego – Non sono nate non per il film, in realtà. Oceano di cose perse è scritta da Mara Sattei. Un giorno l’ho incontrata per puro caso in studio e mi ha detto che aveva scritto una canzone giusta per me. L’abbiamo imbastita insieme e, appena ha iniziato a prendere un suono, abbiamo capito che era il brano più giusto per il film. Edinburgh attempt no. 1 è uscita nel 2020. Non avrei mai pensato che il no. 2 sarebbe servito a qualcosa di così bello».

Ma in cosa si sente cresciuta e arricchita Casadilego dopo questa esperienza cinematografica?

«Arricchirsi a livello personale vuol dire arricchirsi artisticamente. – ci risponde – Mi sono sbloccata. Per me è stato un lavoro sulle zone di buio e sul non giudizio. E anche sull’ego, nel cercare di mantenerlo più lontano possibile da me. Mi ha reso più aperta e, quando sei più aperta, fai musica più bella».