‘Gli Indipendenti’ di ‘Pechino Express’, Bugo e Cristian Dondi: «Ci siamo sentiti esploratori»

Tra le coppie in corsa a ‘Pechino Express’ i musicisti Bugo e Cristian Dondi sono ‘Gli Indipendenti’: ecco cosa ci hanno raccontato.
- - Ultimo aggiornamento
loading

A Pechino Express sono Gli Indipendenti, nella vita sono gli amici di lunga data Bugo e Cristian Dondi. Conosciutisi quando ancora erano ragazzini, i due artisti hanno suonato insieme per un decennio fino a quando i loro percorsi si sono divisi. Ma il legame affettivo ha continuato a tenerli uniti ed è, raccontano sorridendo, sopravvissuto anche all’adventure game di Sky.

In onda ogni giovedì in prima serata su Sky Uno e NOW (on demand su Sky Go), Pechino Express porta le coppie 2022 nel Medio Oriente. “Tre aggettivi per questo viaggio? Il primo fantastico, il secondo polveroso e il terzo stimolante”, ci dicono all’unisono. “Sono abituato a viaggiare e so bene o male a cosa posso andare incontro”, continua Dondi. “A Pechino Express ho temuto di non avere abbastanza indumenti intimi! Scherzo (ride). Avevo con me anche il mio piccolo pronto soccorso, gli indumenti per il caldo e il freddo”.

“Non ho avuto particolari paure prima di partire – replica Bugo – quando poi ero lì, ecco, sono successe delle cose che mi hanno svegliato”.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Pechino Express (@pechinoexpress)

Quando vai in posti come quelli è tutto diverso, dai suoni agli odori al clima, come la gente mangia o saluta ”, continua il cantautore. “E già questa cosa ti sveglia perché non è qualcosa che vivi tutti i giorni. Io di carattere sono un tipo espansivo e ho vissuto tanti anni all’estero, quindi l’ho vissuta con molta serenità. E alla fine è arrivato quello che volevo”.

LEGGI ANCHE : – ‘Le TikToker’ di ‘Pechino Express’, Anna Ciati e Giulia Paglianiti: «È stato strano non avere il telefono»

“C’è da dire, però, che i momenti per apprezzare le peculiarità del posto, i suoni, i colori, gli odori, non erano molti”, chiosa Dondi. “La nostra avventura è stata molto frenetica ma visto che eravamo lì anche per godere, e non solo soffrire, siamo comunque riusciti a cogliere anche quegli aspetti. Merita un ritorno”.

E se dovessero immaginare una foto per descrivere il loro Pechino Express? “Io da solo! – ride Bugo rivolgendosi all’amico – no dai, con te”. “A me viene in mente un’immagine in bianco e nero, dei grandi esploratori di fine Ottocento – aggiunge l’altro Cristian – Dentro ci sono i paesaggi e le persone. Ho un po’ un’idea se vogliamo romantica di quest’avventura che resta una gara ma ricca di suggestioni”.

Foto da Ufficio Stampa Sky