Bruce W. Smith e Ralph Farquhar sul revival de ‘La Famiglia Proud’: «Ce n’è bisogno»

Bruce W. Smith e Ralph Farquhar ci raccontano il revival de 'La Famiglia Proud', su Disney+ dal 23 febbraio.
- - Ultimo aggiornamento
loading

La Famiglia Proud (The Proud Family) torna – dopo una lunga attesa – su Disney+ il 23 febbraio con i primi 2 episodi. Successivamente, invece, arriverà un episodio a settimana. Tanto basta, tuttavia, per provare un po’ di allegra malinconia. La Famiglia Proud: più forte e orgogliosa è infatti l’attesissimo revival della rivoluzionaria serie di Disney Channel, e – dato che squadra che vince non si cambia – dietro le quinte ritroviamo gli executive producer Bruce W. Smith (La principessa e il ranocchio) e Ralph Farquhar (Moesha), che hanno realizzato anche la serie originale.

«Non abbiamo mai smesso di voler fare La Famiglia Proud. – ci dice Ralph – Eravamo sempre alla ricerca di nuovi modi per farla tornare, perché volevamo vedere lo show originale continuare. L’abbiamo chiesto religiosamente ogni anno. Andavamo da Disney e ci dicevano sempre di no, ma sapevamo anche che niente ci aveva rimpiazzato. Non c’era un’altra sitcom animata su una famiglia di colore sul mercato e sapevamo che ce n’era bisogno».

Famiglia Proud

Ma chi la dura la vince e, con l’arrivo di Disney+, si sono create le condizioni perfette per riportare The Proud Family sul piccolo schermo.

«Il tempismo è stato perfetto, il mondo si è evoluto. – aggiunge Bruce – E poi con l’arrivo dei social media le persone lo richiedevano. Ogni tanto sui social mi scrivevano gli utenti chiedendo dove fosse La Famiglia Proud e che ne avevano bisogno. Io e Ralph ne eravamo consapevoli. E appena è nato e si è diffuso Disney+ sapevamo che era solo questione di tempo perché avevano bisogno di contenuti per il pubblico».

La Famiglia Proud torna su Disney+

La Famiglia Proud: più forte e orgogliosa riprenderà la storia del suo personaggio principale, Penny Proud, e includerà la sua folle famiglia: i genitori Oscar e Trudy, i fratelli gemelli BeBe e CeCe, e la nonna Suga Mama (e Puff!). Naturalmente, non sarebbe La Famiglia Proud senza la fedele squadra di Penny, composta tra gli altri da Dijonay Jones, LaCienega Boulevardez e Zoey Howzer.

LEGGI ANCHE: ‘Olivia Rodrigo: driving home 2 u’ su Disney+ il 25 marzo

«All’epoca stavamo facendo uno show – dice Ralph – e cercavamo di sopravvivere alla schedule di produzione, provando a fare lo show migliore possibile. Speravamo che al pubblico piacesse, ma non avevamo idea di quanto fosse importante. Soprattutto, a quei tempi, per i giovani. E poi, con i social media, è diventato evidente. Abbiamo iniziato a sentire quanto fosse importante lo show, e a quante persone piacesse. Abbiamo capito che era importante quanto noi speravamo che fosse. Ora, con la nuova versione, abbiamo un grosso peso sulle spalle. Quello di rispettare le aspettative e le esperienze delle persone. Ma non volevamo cambiarlo troppo. Diamo alle persone ciò che ricordano ma nello stesso tempo aggiorniamo lo show per i più giovani, che sono pronti per una chiara discussione su cosa significhi far parte di una famiglia di colore».