rovere: «’dalla terra a marte’, allontanarsi per riscoprirsi»

I rovere ci raccontano il nuovo album 'dalla terra a marte', in uscita il 18 febbraio. Un viaggio terreno e ultra-terreno.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Si intitola dalla terra a marte il nuovo disco dei rovere, in uscita il 18 febbraio. Un vero e proprio concept album, un viaggio nello spazio e nel tempo – iniziato con i singoli mappamondo, freddo cane, Bim Bum Bam, lupo e crescere – che è in parte lo specchio degli anni della pandemia.

LEGGI ANCHE: I rovere ci mostrano il loro primo vinile ‘dalla terra a marte’: «Sembriamo una band vera»

«Questo disco è stato scritto mentre eravamo chiusi in casa. – ci dicono i rovere – Qualche canzone è più datata, ma sicuramente tutto è partito a distanza, nell’intimità di ognuno di noi che poi si ritrovava nel gruppo. La prima canzone è stata mappamondo, che parlava di viaggiare quando non si poteva. È stata lo stimolo per unire i puntini dei dubbi e delle paure che stavamo tramutando in canzoni. Il tema è quello del viaggio, di allontanarsi per riscoprirsi e poi riavvicinarsi. Magari precipitando, come dice l’ultima canzone. Ma sicuramente è un viaggio andata e ritorno fatto per capire meglio. Di viaggi ne dovremo fare tantissimi, ma è un primo passo».

rovere dalla terra a marte

Il viaggio è ultra-terreno, nel senso più spaziale del termine, e anche il tappeto sonoro del disco riflette l’anima fortemente sospesa di dalla terra a marte.

«Nell’intro del disco si sentono molto questi suoni eterei, che in gergo musicale si chiamano droni. – spiega la band – Danno l’idea dello spazio e della sospensione. A noi piace molto lavorare di citazioni musicali, e abbiamo cercato di riportare nel disco artisti che ci hanno influenzato. Tutto è reso più organico da un filo conduttore che sono queste sonorità aperte, che si sentono sia nella melodia che nella produzione».

Il viaggio dei rovere inizia del resto dalla traccia 321… major tom («Ci piaceva che il disco partisse con un astronauta, che viaggia ma è isolato», dicono) e si chiude con precipitare («È negativo precipitare? – ci spiegano – Secondo noi fa parte del viaggio e del processo di crescita»).

«All’inizio ci sentivamo isolati come un astronauta e volevamo trasmettere questo messaggio. – dicono i rovere – precipitare, invece, è il punto di partenza di un altro viaggio».

rovere, il tour

Ad accompagnare singoli e il nuovo disco ci sarà tour 2022, in collaborazione con Magellano Concerti. Ecco le date riprogrammate.

02/07 Padova – PARCO DELLA MUSICA (recupero della data inizialmente prevista il 25/03 Padova – HALL)
06/07 Bologna – BOTANIQUE (sostituisce le 3 date inizialmente previste il 24/03 a Nonantola – VOX CLUB, il 30 e il 31/03 a Bologna – ESTRAGON)
07/07 Firenze – ULTRAVOX (recupero della data inizialmente prevista il 11/03 Firenze – VIPER)
27/07 Segrate (MI) – CIRCOLO MAGNOLIA (recupero della data inizialmente prevista il 17/03 Milano – ALCATRAZ)

Le date di Roma (inizialmente prevista il 1/03) e Torino (inizialmente prevista il 16/03) sono posticipate a data da definirsi e verranno comunicate entro fine febbraio. Le date invece previste il 1 aprile 2022 a Peurgia – AFTERLIFE e il 15 aprile 2022 a Modugno (BA) – DEMODE’ sono annullate. Gli acquirenti hanno la possibilità di richiedere il rimborso monetario fino al 7 marzo 2022.