Roberto Bolle: «La danza fa parte della nostra cultura, è giusto tutelarla»

Torna l'immancabile appuntamento con Roberto Bolle e il suo 'Danza con Me'. Ce lo racconta il ballerino, tra ospiti e omaggi.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Il nuovo anno di Rai1 inizia, come ormai da tradizione, con Roberto Bolle e il suo Danza con Me, in onda in prima serata il 1° gennaio 2022. È un anno speciale per celebrare la danza, soprattutto dopo l’audizione dell’étoile alla Camera dei Deputati, in cui Bolle ha parlato della sua disciplina come di una arte «avvilita».

«L’appuntamento di quest’anno ha un’importanza maggiore rispetto agli altri anni proprio per quello che ho detto e per come ho parlato alla Commissione Cultura. – ci dice infatti Roberto Bolle – È un momento molto particolare per la danza. C’è una possibilità di cambiamento decisiva, grazie all’indagine della Commissione Cultura e ai tanti esponenti del mondo della danza che hanno parlato. È importante che ci sia l’attenzione dovuta per questo mondo, anche da parte della comunità. Da parte di tutti. La trasmissione di quest’anno è importante per far capire quanto la danza sia amata e popolare, quanto possa entrare nelle case e nel cuore delle persone. E ricordiamo sempre che, nel nostro paese, c’è una fortissima identità culturale della danza. La danza fa parte della nostra cultura ed è giusto tutelarla come finora non è stato fatto. Io sono fiducioso che questo avvenga con il nuovo anno».

Roberto Bolle

Prodotto da Rai1 in collaborazione con Ballandi e Artedanza srl, Danza con Me quest’anno non a caso è interamente dedicato a Carla Fracci, scomparsa lo scorso 27 maggio. Una figura iconica per la danza italiana, ma anche per come si sia trasformata in un ponte capace di portare la sua arte a chiunque.

LEGGI ANCHE: Roberto Bolle e Vasco Rossi per ‘Danza Con Me’: «Il rock e la danza classica? Sesso sublimato»

«Omaggiare Carla Fracci è molto importante, è stata una scelta naturale. – dice Bolle – Carla è un’icona della danza mondiale, ma è anche un esempio per tutti noi per come è riuscita a portare la danza al di fuori dei teatri e a farla conoscere attraverso il cinema, la tv, le pubblicità. È un omaggio dovuto e sentito e inizieremo la puntata proprio con Giselle, in cui ballerò con Svetlana Zakharova».

Danza con Me, conducono Lillo e Serena Rossi

Roberto Bolle, Lillo e Serena Rossi

Alla conduzione di Danza con Me, troviamo Serena Rossi e Lillo, che torna – o almeno così crede lui – al suo primo amore, la danza.

«Ci saranno Serena Rossi e Lillo. – spiega Bolle – Io sarò con loro in alcuni momenti, ma per la maggior parte del tempo ballerò. La loro conduzione è all’insegna della leggerezza. Serena è un’artista e una persona straordinaria. Sa emozionare e intrattenere il pubblico. È molto generosa. Lillo è super divertente. È un bravissimo ballerino e ne darà prova in questo contesto. Devo dire che stare insieme sul palco è stato molto semplice. Sanno arrivare al cuore e sanno essere genuini».

Roberto Bolle: gli ospiti di Danza con Me

Valerio Lundini

Non mancherà poi la consuetudinaria carrellata di ospiti. Da John Malkovich – che porterà un pezzo teatrale di grande leggerezza e fascino insieme agli artisti Igudesman & Joo – a Ornella Vanoni, Margherita Buy e Micaela Ramazzotti. E ancora Benedetta Porcaroli, Sabrina Impacciatore e Diana Del Bufalo. Tra gli ospiti musicali ci saranno Colapesce e Dimartino, Boosta, Frida Bollani Magoni e Beatrice Rana.

Una riflessione, composta di danza e parole, sul tempo e il suo rapporto con l’amore, è realizzata da Roberto Bolle e la prima ballerina della Scala di Milano, Virna Toppi, insieme a due grandi attori di oggi: Jasmine Trinca e Alessandro Borghi.

Nell’elenco ci ha stupito tuttavia la presenza di due ospiti, amatissimi dal pubblico e diversissimi tra loro: Valerio Lundini e Franca Leosini.

«Valerio Lundini è molto divertente e ci aiuta a creare quella continuità nella leggerezza e nell’ironia che è la cifra di questa edizione del programma. – ci spiega Bolle – Farà alcuni interventi e un numero finale in cui suona e canta. Franca Leosini è straordinaria. È venuta con la generosità che la contraddistingue a introdurre un pezzo un po’ noir. L’abbiamo messa nel suo ambito e ci ha guidato egregiamente all’interno della storia di Manon e des Grieux».

«Danza con Me è un appuntamento fisso e ne sono veramente felice. – conclude infine Bolle – La sfida è quella di essere sempre più accattivanti con la danza di qualità, tradurre grandi balletti in una dimensione televisiva arricchendola con luci, grafica o creare mondi completamente nuovi e portarli in televisione. Quest’anno ne avremo tantissimi, in uno saremo sommersi dall’acqua con una grafica bellissima e dinamica. Entrare in mondi completamente nuovi e che all’inizio sulla carta pensiamo e poi prendono forma è sempre un viaggio speciale e emozionante».