‘Elena, Diventerò Presidente’, Selenis Leyva e Michael Weaver: «In sintonia da subito»

Selenis Leyva e Michael Weaver ci raccontano i loro personaggi nella seconda stagione di 'Elena, Diventerò Presidente'.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Nella seconda stagione di Elena, Diventerò Presidente – disponibile su Disney+ da mercoledì 18 agosto – la relazione tra Gabi (Selenis Leyva) e Sam (Michael Weaver) evolverà e cambierà anche le dinamiche della famiglia. I due personaggi dello show lasceranno più spazio alla loro vita privata, ma la responsabilità di essere genitori sarà comunque sempre presente.

«Quello che mi piace di Gabi è che è una mamma critica. – ci dice subito Selenis Leyva – C’è per i suoi ragazzi e sta imparando a trovare un equilibrio tra la sua vita e il suo ruolo di mamma. Credo sia una situazione molto vera, ed è ciò che amo di questo show. Ci concentriamo molto sull’aspetto familiare e mostriamo role model positivi. Io sono latina e spesso i latini vengono rappresentati in difficoltà o carenti in qualcosa. Qui c’è una donna forte, con ragazzi fantastici e un fantastico nuovo partner. È divertente, ma ha anche i suoi momenti no. Non è perfetta. Questo show è un mondo fresco. Dopo aver interpretato un personaggio difficile per tanto tempo, mi fa piacere interpretare un ruolo più leggero».

Selenis Leyva

Selenis si riferisce ovviamente al personaggio di Gloria in Orange Is the New Black che – a suo dire – era molto più «impegnativo». Per Michael Weaver, invece, il punto di forza di Sam è senza dubbio «la sua goffaggine».

«Sam è goffo ed è divertente. – ci dice – Mi diverto molto. Spesso ho battute divertenti, quindi di base mi stendo e faccio cose stupide. È un buon modo di guadagnarsi da vivere».

Sul set in tempo di pandemia

Nessuna particolare sfida per i due attori, se non probabilmente l’obbligo di girare la seconda stagione di Elena, Diventerò Presidente in pandemia.

LEGGI ANCHE: Tess Romero e Charlie Bushnell: «Ogni adolescente è alla ricerca di se stesso»

«È stata una stagione strana a causa del Covid e dei protocolli. – ci dice Michael – Spesso uscivo dalla mia roulotte per fare un giro sul set e dimenticavo la mascherina. Mi vedevano e urlavano Non sei protetto!. Mi distraevo perché non è facile tollerare tutta quella roba addosso. Ricordo di aver pensato tra me e me che dovevo stare più attento. Per me era divertente, ma per gli altri forse no».

«È successo anche a me. Te ne dimentichi. – aggiunge Gabi – Mi è successo di non riconoscere le persone per la maschera. È divertente, ma anche triste perché senza maschera li avrei riconosciuti subito. Sembrava facessi la diva».

Selenis Leyva e Michael Weaver, un’incredibile sintonia

Selenis

Sicuramente ciò che salta subito all’occhio è l’incredibile complicità tra i due attori, subito confermata dai diretti interessati.

«Selenis ha un senso dell’umorismo fantastico – dice Michael – ed è una cosa che mi piace sempre delle persone che mi sono intorno. Provo anche io a essere divertente, ma non sempre ci riesco».

«Siamo andati d’accordo dal primo giorno, il nostro rapporto è genuino. – aggiunge Selenis – Mi piacciono persino le sue battute banali. È importante che ti piaccia la persona con cui lavori. Ricordo che la prima volta che ci siamo incontrati dovevamo subito girare la scena del bacio. Ci siamo presentati e subito ci hanno detto Ok ora baciatevi. Siamo stati fortunati veramente ad avere una sintonia sin da subito».

Infine, facciamo a Selenis una domanda sulla figura – forte e ingenua nello stesso tempo – di Elena.

«Credo che l’empatia migliori i suoi obiettivi. – ci risponde – L’empatia rende migliori tutti gli esseri umani. Amo la scrittura dello show. Non hanno creato persone perfette, abbiamo tutti dei difetti. Questi ragazzi però sono consapevoli e hanno empatia. Credo che sia un plus per Elena e che lo sarà soprattutto per la futura Elena».