I Sansoni e lo show interattivo ComEDYteVOI: «Portiamo il Teatro a casa della community»

ComEDYteVOI è uno show interattivo basato sulla condivisione e sull'improvvisazione de I Sansoni. La nostra intervista.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Sarà online sulle piattaforme il nuovo show de I Sansoni, ComEDYteVOI – Comanda il pubblico, in partenza per tre appuntamenti dal 24 maggio. Come spiega il duo comico, seguitissimo sui social, «ComEDYteVOI è il nostro primo programma comico, ma gli autori siete voi». Come funziona? E qual è il ruolo del co-autore Tancredi Bua? Lo abbiamo chiesto direttamente ai Sansoni.

Ciao ragazzi, complimenti per l’inventiva innanzi tutto. Com’è nata l’idea di un progetto così folle?
L’idea è nata dalla voglia di portare il Teatro a casa della nostra community. Visto che veniamo da un periodo in cui non ci siamo potuti misurare col pubblico in sala, cosa che adoriamo, stiamo cercando di invertire il trend. E poi quel pizzico di follia è la voglia di sperimentare. Due grandi come Ale e Franz in Buona la prima hanno da sempre regalato uno show straordinario, e per improvvisare c’è bisogno di quella follia. Ci sperimenteremo!

Spiegatemi bene come funziona, visto che la diretta sarà determinante.
Funziona così: noi saremo protagonisti di tre puntate di una storia di due fratelli, quasi trentenni, che sono andati a vivere da soli. Saranno tre scene teatrali, ambientate in casa, che verranno riprese e trasmesse in diretta su Facebook e su YouTube. Ma mentre gireremo questa vera e propria mini-serie, il vero protagonista è il pubblico. Il moderatore, il nostro co-autore Tancredi Bua, presenterà la scena ogni volta che saremo in diretta! Ma mentre reciteremo le nostre parti saremo costretti a improvvisare. Il pubblico commenterà in diretta il video e il moderatore ci comunicherà, tramite un auricolare, i suggerimenti. Noi saremo costretti a improvvisare! E poi, il gran finale! Queste dirette verranno registrate per poi essere rielaborate e montate e costruire le tre puntate che pubblicheremo il venerdì successivo alle dirette su tutti i nostri canali.

Il meccanismo della diretta e del racconto che si basa sull’interazione mi piace moltissimo. Come mai proprio questo meccanismo e che sfida rappresenta per voi?
Rappresenta la voglia di metterci a nudo come si fa a Teatro. Svelarci a tutta la nostra community e a chi ci deve ancora conoscere. Quale migliore occasione di tanti momenti spensierati in cui siamo noi e il pubblico?

Mi dite qualcosa della sigla e della collaborazione con Roy Paci?
La collaborazione con Roy ci emoziona immensamente per la grandezza dell’artista e per l’appartenenza comune alla nostra terra. È un onore aver cantato e una soddisfazione immensa sentire quelle note che raccontano l’idea che è nel titolo stesso.

Temete un po’ ciò che la gente potrebbe proporvi?
Non lo temiamo perché sarà sicuramente divertente. Da sempre abbiamo abituato il nostro pubblico a partecipare attivamente ai contenuti che proponiamo tramite i commenti e abbiamo sempre osservato che è un pubblico molto attento. Sarà qualcosa di pazzesco.

Quanto è importante in questo senso l’interazione, soprattutto di questi tempi?
È fondamentale sempre. Perché noi siamo i primi a volerci sentire sempre coinvolti attivamente quando ci immergiamo in contenuti come questo, ma anche e soprattutto da fruitori. Se poi si considera che ci si può godere lo spettacolo anche senza interagire, è perfetto per tutti.

Dite che andate voi dal pubblico visto la chiusura dei palchi non digitali. Credo sia un bel modo di far sentire il pubblico assolutamente protagonista anche da casa. Cosa però proprio manca secondo voi di uno show effettivamente dal vivo e in cosa invece il web vi dà una marcia in più?
Dal vivo mancano gli sguardi e le emozioni che speriamo si possano nuovamente creare fra pubblico e attori. Manca quella magia che però sentiamo quando, tramite il web, possiamo ricevere in diretta un feedback. Questa possibilità ci rende elettrici e desiderosi di incontrare in questo pubblico perché, in questo caso, facciamo… COMEDYTEVOI.