Amici 20, Ibla canta ‘Libertad’: «Non credo alla metà della mela»

Si intitola ‘Libertad’ il nuovo singolo di Ibla, tra i talenti della scuola di ‘Amici 20’ che canta l’importanza di amare se stesse ancora prima degli altri. La nostra intervista.
-
loading

Consapevolezza e amore per se stesse sono alcuni dei concetti che Ibla ci ripete più spesso e convintamente. L’artista, che il pubblico ha conosciuto nella scuola di ‘Amici 20’, ha da poco pubblicato il singolo Libertad, manifesto di una rinascita dopo un amore malato. Lo stesso che proprio Claudia ha vissuto anni addietro.

Anche da qui nasce una convinzione precisa di Ibla, che è un nuovo modo di vivere il sé e il rapporto con gli altri. “Il brano racconta la mia rinascita – ci spiega l’artista – Parto da un’esperienza di amore tossico che mi ha fatto capire tanto sull’amore. Una volta finita quella relazione, ho capito cosa è per me l’amore e lo scrivo in Libertad”.

“Per me l’amore è sicuramente libertà, di espressione e di amare le persone per come sono. Senza cercare di cambiarle: altrimenti vuol dire che desideri un’altra persona”, continua Ibla. “Sono cose che possono far male soprattutto a chi se non si ama sufficienza e ha dubbi sulla propria persona. Credo che l’amore debba partire da noi stessi, perché quando sai cosa siano l’amore e il rispetto sai anche portarli agli altri. E capisci anche quando gli altri ti stanno mancando di rispetto”.

“Io non credo alla metà della mela: siamo mele belle, compatte e sane già da sole. – afferma la cantautrice. “E non abbiamo bisogno di nessuno che ci completi. L’amore deve essere un qualcosa in più che ci fa stare bene”.

Certo, il percorso per arrivare a questo equilibrio arriva da lontano, fatto anche di errori, sbagli, amicizie perse e prima ancora non capite. “Quando sei dentro queste cose – ricorda Ibla – credi che siano sbagliate le persone che ti dicono diversamente. Su questo le mie amiche sono state delle guerriere, hanno cercato in tuti i modi di farmi capire che stavo sbagliando. E l’ho compreso quando se ne sono andate: nel momento in cui sono rimasta da sola, mi sono guardata allo specchio e non mi riconoscevo”.

Ibla nella scuola di ‘Amici 20’

“Da lì ho deciso di dare coraggio a me stessa e cambiare le cose”, spiega Claudia. E tra gli atti di coraggio c’è anche l’avventura ad ‘Amici 20’, nella quale è arrivata sino alla fase del serale. “La musica, nel mio caso, ha formato almeno il cinquanta percento dei miei pensieri”, dice sicura la siciliana.

“Siccome so che effetto può avere la musica – continua – credo che gli artisti abbiano una grandissima responsabilità. Io mi impegno nel mio piccolo a essere quell’artista che Claudia, non Ibla, vorrebbe sentire. Perché la musica cambia il pensiero”.

“I tre momenti che ho fotografato nella mia mente? – spiega Ibla – Sicuramente l’entrata, quando mi sono seduta sul banco dopo aver superato la sfida. Poi la maglia del serale, che per me è stato un bell’obiettivo. E la mia faccia nella carta dell’eliminazione: anche quello ha fatto parte del mio percorso. Sono sempre stata vera e sincera in quello che ho fatto, cercando di non badare alle telecamere ma ammetto che avrei voluto più tempo perché, in generale, ce vuole tanto per far uscire tutti i lati della propria arte”.

LEGGI ANCHE: Amici 20, Leonardo Lamacchia: «Verità è la parola chiave del mio percorso»

E se le chiedete che cosa abbia fatto appena uscita dal programma, Ibla non ha dubbi. “Ho mangiato!”,  ci confessa sorridendo. “Ad ‘Amici’ mangiavamo più o meno le stesse cose. Così mia madre mi ha fatto trovare tutti i piatti della mia Sicilia, una terra che mi sta dimostrando un affetto bellissimo che non mi aspettavo così grande. Spero di non deludere”.

Foto da Ufficio Stampa Red&Blue