Sanremo 2021, Orietta Berti: «Gareggiare coi giovani mi diverte, loro mi danno energia»

Attesissima sul palco dell’Ariston, Orietta Berti è tornata a Sanremo con lo spirito di una ragazzina e ci dice: “gareggiare coi giovani mi diverte”.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Tra gli artisti più attesi e più sorprendenti di Sanremo 2021 c’è Orietta Berti, che al Festival torna a quasi trent’anni dalla sua ultima partecipazione. Il brano con cui è in gara è Quando ti sei innamorato, scritto da Francesco Boccia, Ciro EspositoMarco Rettani mentre per la serata delle cover ha scelto Io che amo solo te insieme a Le Deva.

“Dopo la prima esibizione ho ricevuto messaggi da tutto il mondo! Non credevo di avere così tanti amici e tanto giovani. – ha raccontato Orietta a proposito della prima serata – Il complimento più bello l’ho ricevuto da un ventenne di Savona che mi ha detto: ‘hai cantato senza nessun aiuto al microfono’. Ma io sono all’antica, non ho voluto neanche gli auricolari perché mi danno fastidio! E poi mi hanno fatto i complimenti tanti musicisti e direttori d’orchestra”.

Le Deva
Parole e Dintorni

Veterana del palco, la Berti non ha nascosto l’emozione prima di esibirsi su un palco che rimane sempre qualcosa di speciale. “Ero molto emozionata appena salita su quel palco, perché l’Ariston mette emozione. Quando sono entrata e ho visto tutta l’orchestra mi sono rilassata e mi sono detta quanto sono fortunata a cantare dal vivo.”

Poter cantare dopo un anno è stato bellissimo perché non conta l’età: sul palco diventi di 20 anni, il cuore ha le ali e vola.

Certo quello del 2021 è un festival inedito. “Sembra di vivere in un altro mondo, qui non si riconosce quasi Sanremo: è senza fiori e senza gente per la strada. – osserva l’artista – I negozi sono chiusi e spenti, non c’è neppure il calore delle interviste dal vivo ma è tutto online e via telefono, questo è molto freddo.

Vedo forte questa differenza rispetto agli anni passati. Qui tutto è difficoltoso, è tutto un tampone: ho avuto il Covid e so che cos’è, quindi è giusto che ci siano questi riguardi perché è un’epidemia terribile. Io ce l’ho fatta e non ho mai voluto farmi ricoverare e per fortuna la voce c’è. Ma dobbiamo seguire tutte le regole anche se è desolante”.

LEGGI ANCHE: Le Deva a Sanremo con Orietta Berti: «Che emozione tornare sul palco!»

“Sono venuta a questo Festival perché quando hai un progetto, in questo clima di niente nel quale lo spettacolo sarà anche l’ultimo settore a riprendere, il modo migliore per farsi ascoltare dal pubblico è questo palcoscenico. – conclude Orietta Berti – E non mi sono pentita di gareggiare coi giovani anzi mi sto divertendo: mi danno un’energia e una forza che non pensavo nemmeno di avere”.

Foto Kikapress