Emma Muscat e Astol, una ‘Sangria’ per l’estate: «Un singolo con cui sorridere»

Malta, Roma e Milano in una sola canzone: Emma Muscat e Astol duettano sulle note di ‘Sangria’ prodotta da Merk & Kremont. La nostra intervista.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Tre città per una canzone. Da venerdì 3 luglio è disponibile Sangria, nuovo singolo di Emma Muscat insieme ad Astol nato sulla rotta Malta-Roma e prodotto a Milano dal duo multiplatino Merk & Kremont. Ispirazione latina e ritmo reggaeton, il brano estivo dell’inedita coppia artistica arriva dritto dritto dal lockdown per dare una boccata d’ossigeno.

“Abbiamo scritto la canzone nel periodo della quarantena – ci racconta Emma Muscat dalla sua isola – Volevo un pezzo solare, estivo, che ti fa innamorare. Abbiamo pensato a un brano reggaeton con cui far divertire la gente e non potevo pensare una persona migliore di Astol per fare questo feat con me.”

“Ci siamo davvero divertiti – continua la cantante – Io ho registrato le mie parti a Malta, dove mi trovo da quattro mesi, e Astol ha registrato le sue a Roma. Quindi abbiamo mandato tutto ai produttori che sono a Milano. Sono stracontenta di aver lavorare con Merk & Kremont perché sono davvero forti.”

LEGGI ANCHE: Alfa: «Finalmente ho capito perché faccio musica»

A raccontaci del primo incontro fra loro è quindi Astol. “Io ed Emma ci siamo conosciuti più o meno in autunno, per caso, ma abbiamo stretto talmente amicizia a capodanno in occasione di un evento di cui eravamo entrambi ospiti. Siamo entrati subito in sintonia e già da lì era nata l’idea di lavorare insieme un pezzo nuovo.”

Il bellissimo mare di Malta ha incontrato Roma e tutto quanto è stato poi finalizzato in uno studio di Milano dalle mani migliori del momento. Merk & Kremont hanno reso tutto magico.

“Quindi successivamente ci siamo sentiti in quarantena e ringrazio Emma per aver scelto me in questa bellissima canzone. C’è stato qualche giorno di lavoro a distanza in cui abbiamo scritto le strofe, abbiamo ascoltato la base e ci siamo sentiti per lavorare insieme ad alcune parti del brano. Ed eccoci qui, pronti con Sangria.”

A questo punto, ci potrebbe però volere ancora un po’ di tempo prima di poter ballare il pezzo sottopalco. “Sarà un’estate in cui vivremo una realtà nuova, sia per noi che facciamo musica sia per chi ci ascolta. – osserva Astol – E il mio pensiero va sempre a tutte le categorie colpite da questo problema; nel mio piccolo con Emma cercheremo di far divertire, sorridere, far innamorare. Così, appena ci sarà l’occasione di portare Sangria dal vivo sarà un’esibizione memorabile. Voglio dare a questo pezzo tutto me stesso.”

“Spero che quando arriverà il momento di salire sul palco – conclude Emma col suo enorme sorriso – la gente capirà che questa canzone vuole proprio far sentire vivi.”