Side Baby, esce il singolo ‘Tutto chiede salvezza’ scritto per l’omonima serie Netflix

Dal 14 ottobre, giorno di uscita della serie omonima su Netflix, Side Baby pubblica il singolo ‘Tutto chiede salvezza’ sul tema della salute mentale.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Side Baby – artista romano, classe 1994 – torna con un nuovo brano, realizzato appositamente per la serie tv Tutto chiede salvezza, dal 14 ottobre su Netflix. La traccia (Intersuoni / Believe) è stata scritta dallo stesso Arturo Bruni con Antonio Di Santo e MACE, il quale ne firma anche la produzione. Nel brano tornano, così, a collaborare il rapper di Testaccio amante della ricerca esasperata verso la verità, e il producer milanese reduce dell’incredibile successo dell’album ‘OBE’.

Al centro di Tutto chiede salvezza c’è il tema delicatissimo affrontato anche sullo schermo, ovvero quello della salute mentale. Un argomento sensibile per il quale la delicata produzione di Mace supporta il racconto di Arturo. Colpiscono la disarmante intimità e la nuova consapevolezza che guidano a un’inedita narrazione che il rapper regala di se stesso.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Netflix Italia (@netflixit)

Scritto e composto ad hoc per la serie di Francesco Bruni – su Netflix da venerdì 14 ottobre –, il singolo si integra perfettamente con le atmosfere del piccolo schermo. La vicenda vede come protagonista Federico Cesari ed èliberamente tratta dal romanzo autobiografico di Daniele Mencarelli, vincitore del Premio Strega Giovani 2020.

Dal dolore si può uscire, e uscire migliori. Anche nel momento più buio può fare capolino la speranza, si può ridere pochi istanti dopo aver pianto e piangere poco dopo aver riso”, spiega il regista.

LEGGI ANCHE : – Luigi Strangis, ‘Voglio la gonna’: «Il mio è un messaggio di libertà»

Nel cast, tra gli altri, anche Andrea Pennacchi, Vincenzo Crea, Lorenzo Renzi, Vincenzo Nemolato e Alessandro Pacioni. E ancora, Fotinì Peluso, Ricky Memphis, Bianca Nappi, Flaure BB Kabore, Filippo Nigro e Carolina Crescentini .

Foto di Claudia De Nicolò aka Lola da Ufficio Stampa OUT LOUD