Milano Pride, la community di TikTok alla parata celebrativa

Sabato 2 luglio va in scena a Milano la parata che celebra il Pride Month, presente anche TikTok con alcuni dei suoi creator più seguiti.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Anche TikTok e la sua community scendono in campo nel mese dedicato al Pride e sabato 2 luglio sfilano per le vie di Milano. Dopo aver proposto iniziative in-app e sul territorio in qualità di partner di Milano Pride, la piattaforma celebra l’orgoglio tricolore in occasione della parata cittadina. Insieme ad alcuni degli artisti e creator più seguiti, TikTok sfila, infatti, con un bus elettrico per sostenere ancora una volta tolleranza, inclusione e rispetto.

E non mancherà la musica ad accendere la sfilata con il duo di DJ e polistrumentiste electro/indie @gioliandassia e la DJ e producer @rossellaessence. Del resto, sono numerosi i volti e le voci che in queste settimane, attraverso TikTok, hanno dato il loro contributo a sostegno della community LGBTQIA+. Tra questi, M¥SS KETA, protagonista di una LIVE con Stephanie Glitter in cui ha raccontato le propria storia e ha regalato una performance dal vivo.

TikTok Pride
Grafica da Ufficio Stampa

Inoltre, TikTok ha messo a disposizione diverse playlist tematiche a ispirarsi per la creazione di contenuti e come colonna sonora per nuovi video. A firmare la selezione dei brani artisti quali Michele Bravi, BigMama, MyDrama e Lil Jolie. E come ogni piattaforma che si rispetti non possono mancare gli hashtag ufficiali, ovvero #SonoQueer e #ComingOut che raccolgono i contributi creativi generati dalla community per celebrare storie di inclusione.

LEGGI ANCHE : – Baymax!, la serie sul robot sanitario: «Meno supereroe e più eroe di tutti i giorni»

Le nuove linee guida di TikTok

L’impegno di TikTok a tutela di tutti i suoi utenti passa anche attraverso una policy che intende garantire sicurezza e inclusione. “Per TikTok far sentir sicura la propria community è fondamentale per far sì che tutti i creator siano a proprio agio nell’esprimere se stessi in modo autentico”, si legge nella nota ufficiale.

Per esempio, all’inizio del 2022 sono state aggiornate le Linee guida della community sui contenuti vietati, tra cui il deadnaming, il misgendering o video che promuovono la terapia di conversione. Inoltre, sono effettuati continuamente test per lo sviluppo di nuovi strumenti che aiutino i creator a gestire i commenti e a controllare la loro esperienza.

Grafica da Ufficio Stampa