Line Up!: prima edizione

Dal 30 settembre al 3 ottobre all’Auditorium Parco della Musica un viaggio nei nuovi linguaggi del pop alla scoperta delle multiple declinazioni dell’identità femminile. Live di Rachele Bastreghi, Emmanuelle, Margherita Vicario, Boyrebecca, Ditonellapiaga, LA NIÑA, Bluem.
-
Line Up!: prima edizione

Romaeuropa Festival presenta dal 30 settembre al 3 ottobre Line Up!, nuova rassegna che riunisce all’Auditorium Parco della Musica alcune delle proposte femminili più interessanti di una nuova scena italiana caratterizzata dalla contaminazione e dal forte respiro internazionale.

Un gesto simbolico che intende contrapporsi alla problematica del gender gap nell’ambito della produzione musicale italiana, ma anche un invito alla leggerezza e un ritorno alla festa. Curata da Giulia Di Giovanni, Matteo Antonaci e David Aprea, nel segno dell’inclusività Line Up! sarà un viaggio nei nuovi linguaggi del pop alla scoperta delle varie declinazioni della femminilità tra rock, elettronica, reggaeton, italodisco e suoni della nostra tradizione. Si parte il 30 settembre nella Sala Sinopoli con Rachele Bastreghi, anima femminile dei Baustelle che porterà in concerto per la prima volta a Roma il suo primo album da solista, PSYCHODONNA: un diario personale e intimo che si muove tra electropop, electroclash, classicità e sperimentazione pura. Un concept album sulla lotta interiore, sulla ricerca di equilibrio, sull’accettarsi e sull’avere il coraggio di essere sé stessi, liberandosi e uscendo allo scoperto, con una particolare attenzione alle sfaccettature infinite dell’essere umano donna: multiforme, ricco, complesso e psycho, appunto.

Nella stessa sera Emmanuelle, tra le più interessanti DJ della scena italiana, performer e producer di origini brasiliane di base a Milano. Il suo singolo Italove viene suonato alle sfilate di moda e nei parti più glamour, ed è stato persino scelto da Matteo Garrone per il suo film Dogman. Sul palco del REF21 porterà il suo live sensuale e sognante, capace di creare sonorità leggere e scanzonate fondendo house e italodisco.

Si prosegue il 2 ottobre nel Teatro Studio Borgna con Boyrebecca, la più provocatoria delle artiste in programma: una creatura tra il virtuale e il reale, tra il maschile e il femminile. Età sconosciuta, provenienza misteriosa. Boyrebecca canta in spagnolo, inglese e italiano e riesce a mischiare in maniera del tutto originale il suo immaginario grottesco e allo stesso tempo ironico con l’elettronica più sperimentale e un reggaeton romantico. La sua musica è riuscita in poco tempo a conquistare il web e le radio, senza mai rinunciare a un piglio provocatorio, liberatorio e queer.

A seguire Ditonellapiaga, giovane artista romana che ha da poco pubblicato Morsi, primo EP dove dà prova di uno straordinario eclettismo e di una grande versatilità, spaziando con naturalezza da sonorità dance a ritmi reggaeton, dal rap al pop. Un sound imprevedibile che esalta una vocalità intensa all’altezza delle grandi interpreti jazz e soul, accompagnato da testi ironici e intelligenti con cui racconta le tante articolazioni della sua identità spesso solare e piena di entusiasmo, a volte nevrotica, a tratti malinconica.

Nella stessa sera, in sala Sinopoli, Margherita Vicario, istrionica artista che divide la sua carriera tra la musica e la recitazione per tv e cinema. Dopo la pubblicazione del suo secondo album Bingo e la sua tournée estiva, presenterà un progetto speciale realizzato per il Romaeuropa Festival 2021 dal titolo Cosa vuoi che ne capiscano son bambini! dedicato a bambine e bambine dai 7 anni in su e alle loro famiglie. Uno spettacolo di canzoni (dagli album dell’artista) suonate insieme al giovane pubblico, di racconti e altre sorprese.

Il 3 ottobre nel Teatro Studio Borgna spazio alla contaminazione tra suoni tradizionali e ipercontemporanei con LA NIÑA e Bluem.  Carola Moccia, vero nome de LA NIÑA, ha l’incredibile capacità di destrutturare e rimpastare il patrimonio culturale e musicale partenopeo con il futuro, creando un sound che ha il sapore di un pop contemporaneo e internazionale. Nel 2019 ha esordito con una serie di singoli diventati cult (Croce, Niente Cchiù e Salomè), per i quali è stata definita come l’ibrido perfetto fra Rosalía e Teresa De Sio. Dopo aver pubblicato il suo primo EP, Eden (Sony Music 2020), di recente ha pubblicato altri due singoli Lassame sta’ con Gemitaiz e Tu con l’artista neomelodico Franco Ricciardi. Sul palco del REF21 si esibisce in Corde e sonagli, un live intimo e acustico in cui s’intessono modernità e tradizione, la storia di Napoli e il suo presente.

Chiude la serata e l’intera LINE UP! Bluem, al secolo Chiara Floris, cantautrice e produttrice sarda di base a Londra che ha appena pubblicato il suo album d’esordio Notte: 7 tracce dal sound lunare e stratificato, arcaico ed evocativo, che hanno i titoli dei giorni della settimana, il breve periodo in cui sono state create. Un universo creativo immerso in un’oscurità avvolgente, in cui l’elettronica minimale si fonde ai suoni ancestrali e atavici della sua Sardegna per accompagnare parole intense e a tratti laceranti e ripercorrere rapporti tossici e relazioni deterioriate, traumi vissuti e riscatti emotivi, esorcizzando sofferenze e angosce  verso nuovi destini e stimoli.

CALENDARIO 

30 settembre Rachele Bastreghi + Emmanuelle ore 21 Sala Sinopoli – da 12 a 18 euro
2 ottobre Margherita Vicario ore 19 Sala Sinopoli – da 12 a 18 euro
2 ottobre Boyrebecca + Ditonellapiaga ore 20 Teatro Studio Borgna – 12 euro
3 ottobre LA NIÑA + Bluem ore 19 Teatro Studio Borgna – 12 euro 

www.romaeuropa.net
Facebook
Instagram