Elena Bonelli chiude il CivitaFestival tra Brecht e una dedica all’Afghanistan

Sarà Elena Bonelli a chiudere il CivitaFestival con il recital dal titolo 'Elena Bonelli interpreta Brecht', in scena il 5 settembre.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Sarà Elena Bonelli a chiudere la XXXIII edizione del CivitaFestival. L’appuntamento è per il 5 settembre alle ore 21.00 nella magnifica Forte Sangallo di Civita Castellana.

Il recital dal titolo Elena Bonelli interpreta Brecht racconta – attraverso gli scritti del grande drammaturgo tedesco – la triste realtà dei fatti che oggi stiamo vivendo. Sarà inoltre dedicato all’Afghanistan, diventando così un manifesto per la lotta ai diritti umani, alla salvaguardia delle classi più deboli ed un deciso inno al non voltare le spalle.

Elena Bonelli

Attraverso le parole in musica di Malala Yousafzai e i racconti centenari di Brecht, Elena Bonelli fa quindi riflettere lo spettatore filtrando ed esponendo le problematiche sociali e politiche degli ultimi mesi. Accompagnata dal maestro Cinzia Gangarella al pianoforte, Elena Bonelli interpreterà svariati brani. Da La ballata della vivificante potenza del denaro a quella de La schiavitù sessuale. Da Alabama song come sogno di nuova vita e di emigrazione a Marie Sanders focalizzandosi sull’odio razziale.

Un recital che racconta ed emoziona grazie alle storie del passato e quelle di un presente disumano.

Lo spettacolo si terrà al Forte Sangallo, l’imponente rocca fortificata di Civita Castellana in Via Mazzocchi, 01033 Civita Castellana (VT).
Per info e prenotazioni consultare il sito ufficiale: www.civitafestival.it o scrivere a botteghino@civitafestival.it.