Stratosferico: l’album dei Divae Project è già un successo

Uscito il 12 giugno, in occasione del Record Store Day, il progetto in ricordo del cantante degli Area Demetrio Stratos, per ora disponibile in vinile solo in alcuni negozi specializzati, è fra i più richiesti sulle piattaforme on line. Il tutto nato grazie alla passione del giornalista e critico musicale Guido Bellachioma e del musicista Davide Pistoni.
-
Stratosferico: l’album dei Divae Project è già un successo

Presentato già in diverse occasioni, fra le quali il recente Music Day e presso il Welcome To The Jungle Record Store di Roma, è finalmente uscito in 500 copie numerate in vinile (Progressivamente GMP10/Universal) Stratosferico, l’album dei Divae Project dedicato a Demetrio Stratos (scomparso il 13 giugno del 1979) che vede la partecipazione di diversi esponenti  della scena prog e dell’icona pop disco degli anni ‘80 Gazebo (pseudonimo di  Paul Mazzolini). Sei brani, sospesi tra rock e sperimentalismi, prog, hard-rock, psichedelia, musica classico-contemporanea, strumenti elettrici ed acustici, suoni vintage e moderni, melodia. Un progetto che nasce dall’unione tra Guido Bellachioma e  Davide Pistoni che insieme hanno sviluppato le idee fino al missaggio finale. Nella realizzazione sono stati coinvolti alcuni dei migliori musicisti italiani di ieri e di oggi, oltre a creare musiche inedite da sposare alla voce di Demetrio Stratos – Stratosferico – e alla batteria di Giulio Capiozzo – L’urlo – grazie alla collaborazione di Daniela Ronconi, moglie di Stratos, e di Christian Capiozzo, figlio di Giulio. A concludere il lato A c’è un brano inedito del grande Gianni Nocenzi (ex Banco del Mutuo Soccorso), che l’ha composto appositamente al pianoforte acustico per questo progetto. La seconda facciata invece è occupata dalla rivisitazione di tre brani dal primo album degli Osanna, L’uomo, che il 10 agosto compirà 50 anni. Nella suite, che ha unito Introduzione e L’uomo, è presente Lino Vairetti, anima degli Osanna, alla voce e all’armonica; L’amore vincerà di nuovo è cantata da Gazebo, icona degli anni ‘80 con I Like Chophin e Masterpiece,  appassionato e grande esperto del rock dei seventies. Inoltre l’artwork è completato da un poster a colori, 30×60 cm, disegnato, come la copertina, da Giuliano Piccininno (Dampyr, Zagor, Alan Ford, Le Orme).Un evento molto gradito dagli appassionati che hanno contribuito, in questi primi giorni dove il disco è reperibile solo nei negozi specializzati, a renderlo uno fra i più richiesti sulle piattaforme on line. In merito alla genesi del lavoro lo stesso Guido Bellachioma commenta: Ho sempre desiderato di “fare” un disco, peccato che abbia “dimenticato” di imparare a suonare! Però mai perdere la speranza… i sogni ogni tanto devi realizzarli se vuoi che vengano ancora a trovarti. Le idee in testa nel corso del tempo “rimanevano in testa”; poi ho trovato un “pazzo”, come mio fratello Davide Pistoni, che mi ha assecondato. Così in un gioco comune le abbiamo elaborate e alla fine inserite in un album che uscirà a dicembre… che non è questo. Intanto alcune di quelle realizzate sono finite in Stratosferico del Divae Project, erede dei romani Divae, che nel 1995 con l’album Determinazione furono una delle realtà della scena prog italiana post anni ’70. A questo nome sono particolarmente affezionato perché Determinazione fu il primo realizzato con Progressivamente. Questo mini album racconta sei storie, sospese tra rock e sperimentalismi, connettendo prog, hard-rock, psichedelia, musica classico-contemporanea, strumenti elettrici ed acustici, suoni vintage e moderni, melodia e ritmi mai statici. Intorno a noi abbiamo coinvolto solo artisti che, in un modo o nell’altro sono compagni di vita, perché dischi come Stratosferico devono avere un’anima forte e soprattutto sincera… Stratosferico è il disco che non doveva esistere… io e Davide Pistoni eravamo concentrati su un album, decisamente più lungo, e non pensavamo certo a un lavoro intermedio. Però quando è entrato in scena Davide Benetti di Universal Music Italia, con cui collaboro per la collana Prog Rock Italy, la simpatia reciproca ci ha portato a lavorare su questa pubblicazione intermedia per il Record Store Day. Intermedia, ma sicuramente convincente e indispensabile per chi apprezza la buona musica e non si accontenta solo  di  prodotti preconfezionati

 

Stratosferico

Divae Project Stratosferico (23’) – Progressivamente GMP10/Universal

500 copie numerate e limitate (stampate e non numerate a mano), vinile 180g. Poster 30×60 cm a colori

 

Featuring

Demetrio Stratos (voce, Area), Davide Pistoni (tastiere/arrangiamenti, Enzo  Avitabile/Rovescio della Medaglia/Zucchero), Giulio Capiozzo (batteria, Area), Gianni Nocenzi (pianoforte acustico, Banco del Mutuo Soccorso), Pericle Sponzilli (chitarra acustica, Reale Accademia di Musica), Fabio Trentini (basso, Le Orme), Enzo Vita (chitarra, Rovescio della Medaglia), Paolo Lucini (flauto, Ezra Winston), Fabio Cerrone (Virtual Dream/Divae), Francesco Isola (batteria, Floydiana/Mo Foster), Lino Vairetti (armonica/voce, Osanna), Carlo Maria Micheli (sassofono, Vittorio Nocenzi/Tullio De Piscopo/Billy Cobham), Alessandro Costanzo (voce, Divae), Elio Volpini (basso, L’uovo di Colombo/Flea), Gazebo.