Jessie J ricoverata per la malattia di Ménière tranquillizza i fan

Jessie J parla sui social della malattia di Ménière, che l'ha costretta al ricovero qualche giorno fa. E tranquillizza i fan con un video.
-
Jessie J ricoverata per la malattia di Ménière tranquillizza i fan

L’ultimo post pubblicato su Instagram da Jessie J sembra tranquillizzare tutti i fan sulle condizioni di salute della cantante, che qualche giorno fa è stat ricoverata in ospedale a causa dei sintomi provocati dalla malattia di Ménière. Proprio l’artista inglese aveva raccontato ai suoi follower – sempre a mezzo social attraverso una diretta su Instagram – cosa le fosse capitato durante le feste natalizie.

«Mi sono svegliata e ho capito di non sentire nulla con l’orecchio destro e di non riuscire a camminare dritta. – ha dichiarato Jessie J – In breve, mi è stato detto che ho la malattia di Ménière. So che molte persone ne soffrono e in realtà in tanti mi hanno scritto e mi hanno dato grandi consigli, per cui sono semplicemente rimasta distesa in silenzio. È la prima volta che riesco a cantare e sopportarlo. Mi manca molto cantare e stare intorno alle persone».

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jessie J (@jessiej)

«Poteva andare molto peggio, alla fine. – ha aggiunto Jessie J – Sono grata per il mio stato di salute. Mi ha semplicemente buttato giù. Il giorno della Vigilia di Natale ero in ospedale e non capivo cosa stesse succedendo. Ma sono felice di esserci andata subito, hanno capito immediatamente di cosa si trattasse e mi sono state prescritte le medicine giuste, per cui oggi sto molto meglio».

L’ultimo video pubblicato su Instagram dalla cantante, mostra Jessie J intenta a cantare – improvvisando – la frase Non riesco a smettere di mangiare. Dimostrando dunque ai suoi fan di essersi ripresa dopo lo spavento dei giorni precedenti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jessie J (@jessiej)

Cos’è la malattia di Ménière di cui soffre Jessie J

La malattia di Ménière, descritta per la prima volta dal medico Prosper Ménière nel 1861, è una patologia idiopatica associata ad un aumento del volume del fluido contenuto nel labirinto membranoso dell’orecchio interno (endolinfa), che provoca attacchi acuti di vertigini, accompagnate da nausea e nistagmo spontaneo (movimenti ritmici orizzontali a scatti incontrollabili degli occhi). Le cause della malattia sono tuttora sconosciute ma si ipotizza siano genetiche o collegate ad altre patologie.